Vegas: "La Consob non può fare niente: tocca al Parlamento" - CorCom

AFFAIRE TELEFONICA

Vegas: “La Consob non può fare niente: tocca al Parlamento”

Il presidente della commissione: “Servirebbe un intervento legislativo nell’anno in corso”. Verifiche intanto sul prezzo pagato per Telco

26 Set 2013

Federica Meta

“L’attuale normativa italiana lega l’obbligo di Opa al superamento del 30% del capitale con il diritto di voto, indipendentemente dal fatto che alla partecipazione acquisita corrisponde una situazione di controllo della società quotata”. Lo ha precisato il presidente della Consob, Giuseppe Vegas, in audizione al Senato sulle vicende di Telecom Italia dopo il riassetto di Telco e il passaggio a Telefonica.

Un eventuale modifica della legislazione sull’obbligo di Opa “necessiterebbe di un intervento legislativo”, ha chiarito Vegas.

“Ovviamente – ha spiegato Vegas – un’eventuale modifica legislativa non dovrebbe avere un aspetto retroattivo e non potrebbe che applicarsi alle acquisizione successive alla sua entrata in vigore. Tuttavia va rilevato che una modifica normativa che intervenisse nell’anno in corso non avrebbe un aspetto retroattivo sul caso di specie. Infatti solo a partire dal 1° gennaio 2014, o dalla successiva data in cui saranno ottenute le necessarie autorizzazioni antitrust, potrebbe ipotizzarsi l’acquisizione da parte di Telefonica di una partecipazione rilevante in Telecom, in quanto solo a partire da quel momento le azioni Telco sottoscritte da Telefonica acquisiranno il diritto di voto conferendo il controllo di diritto alla società”.

Il numero uno della Consob ha però spiegato che “il prezzo pagato” da Telefonica per le azioni Telecom “è 1,1, quasi il doppio della quotazione attuale. Incorpora un sovrapprezzo, su cui Consob procederà a delle verifiche”.

Però secondo il presidente della Consob “cambiare le regole in corso d’opera genera un rischio reputazionale per il Paese”. “Il Parlamento è ovviamente sovrano”, ha però puntualizzato.

A margine dell’audizione in Senato Vegas sta vigilando sull’operazione di riassetto di Telco finora conosciuta “attraverso i comunicati stampa”, ricordando che c’è tempo fino al passaggio di proprietà. Secondo Vegas c’è “tempo fino al passaggio di proprietà”.

Argomenti trattati

Approfondimenti

C
consob
T
telco
T
telecom
V
vegas