Via alla “nuova” Agcom. Il presidente Lasorella: “Grandi sfide e responsabilità" - CorCom

SI INSEDIA IL CONSIGLIO

Via alla “nuova” Agcom. Il presidente Lasorella: “Grandi sfide e responsabilità”

Laura Aria, Antonello Giacomelli, Elisa Giomi e Enrico Mandelli i quattro commissari. Riflettori sulla trasformazione digitale della società italiana. Ma resta alta l’attenzione su Tv, par condicio e contratto di servizio Rai. Snodo cruciale il rapporto con l’Europa

02 Ott 2020

Mila Fiordalisi

Direttore

La “nuova” Agcom a presidenza Giacomo Lasorella si è ufficialmente insediata. Laura Aria, Antonello Giacomelli, Elisa Giomi e Enrico Mandelli i quattro commissari, che hanno reso dichiarazioni di legge circa l’insussistenza di situazioni d’incompatibilità.

Questa consiliatura ha dinanzi a sé grandi responsabilità e grandi sfide, in primo luogo quella di accompagnare e indirizzare, per la propria parte, la trasformazione della società italiana in quella che è stata definita una società matura dell’informazione”, ha detto nel suo primo intervento in qualità di presidente di Agcom, Giacomo Lasorella il quale ha anche evidenziato che l’esigenza è “resa ancor più impellente dalla pandemia, che ha prodotto la straordinaria accelerazione di tutti i temi connessi alla digitalizzazione, dallo sviluppo e l’efficienza delle reti, all’uso delle piattaforme per il lavoro agile, la didattica, l’intrattenimento”.

Non passeranno in secondo piano – ha garantito Lasorella – tv, par condicio e il contratto di servizio della Rai, “che sono e restano materie fondamentali per l’Autorità”. A tal proposito il Consiglio ha convenuto sull’esigenza di garantire autorevolezza e credibilità ad Agcom attraverso la condivisione del metodo e con il rigore e la trasparenza delle decisioni.

WHITEPAPER
4G e 5G: reti efficaci per una connessione affidabile e sicura
Networking
Telco

Uno snodo cruciale – ha aggiunto il Presidente Lasorella – sarà il rapporto con l’Europa e con i vari organismi che riuniscono le Autorità nazionali di regolazione nei diversi settori: il Berec, l’Erga e l’Ergp, oltre che con la Commissione Europea. Fondamentale altresì sarà la valorizzazione e il potenziamento del rapporto con le Istituzioni nazionali, in primo luogo il Parlamento, il Governo, così come quello con le altre Autorità.

Nel corso della riunione, il Consiglio ha voluto inoltre rivolgere al Presidente Angelo Marcello Cardani e agli altri componenti della precedente consiliatura un saluto e un sentito ringraziamento per l’opera prestata e ha altresì espresso al Segretario generale e agli Uffici tutti l’apprezzamento per il lavoro fin qui svolto e l’auspicio di una proficua collaborazione.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 4