Vodafone compra Ono: affare da 7,2 miliardi - CorCom

STRATEGIE

Vodafone compra Ono: affare da 7,2 miliardi

Vittorio Colao: “Nasce un provider integrato leader in Spagna”. In vista rafforzamento sulla telefonia fissa con l’acquisizione di un pacchetto clienti da 1,9 milioni di consumatori. Ora serve l’ok delle autorità regolatorie

17 Mar 2014

Antonello Salerno

Raggiunta l’intesa per l’acquisizione del 100% dell’operatore via cavo iberico Ono, per un takeover che costerà a Vodafone 7,2 miliardi di euro, debiti inclusi. La multinazionale britannica delle tlc acquisisce così la più grande rete di nuova generazione spagnola, che collega 7,2 milioni di abitazioni in 17 regioni e 300 Comuni della Spagna, di cui nove sono grandi città, per un pacchetto di clienti complessivo, tra le comunicazioni fisse e mobili e i servizi televisivi, di 1,9 milioni di persone.

“La combinazione di Vodafone e Ono crea un fornitore leader di servizi di comunicazione integrate in Spagna e rappresenta un’interessante opportunita’ di creazione di valore per Vodafone – afferma Vittorio Colao, amministratore delegato di Vodafone – La domanda di prodotti e servizi di comunicazione unificata è aumentata notevolmente negli ultimi anni in Spagna, e questa transazione, insieme al nostro programma di costruzione fiber-to-the-home, accelererà la nostra capacità di offrire proposte best-in-class nel mercato spagnolo”.

Le trattative tra Vodafone e Ono erano iniziate da diverse settimane, con i primi contatti informali con gli azionisti della società spagnola che sarebbero partiti da un’offerta da 6,7 miliardi di euro, immediatamente respinta, con la precisazione che non si sarebbero accettate proposte inferiori ai 7 miliardi.

Vodafone è al momento il più importante operatore in Europa per valore di mercato, e l’Europa occidentale è uno dei suoi principali mercati.

Vodafone conta su circa 14 milioni di clienti in Spagna, circa il 30% de mercato, ma i ricavi nel Paese sono scesi negli ultimi mesi e la concorrenza feroce sul mercato ha eroso i suoi margini di profitto.

Il takeover, che ora dovrà passare l’esame delle autorità regolatorie, fa parte di un cammino verso il consolidamento del mercato tra gli operatori europei, che aggiungerà all’unità spagnola di Vodafone il tanto necessario operatore di telefonia fissa.

Vodafone ha recentemente completato la vendita del proprio 45% di partecipazione nella joint venture di Verizon Wireless per 130 milioni di dollari, e aveva precedentemente detto di essere interessata a rinforzare le propria presenza in Spagna, per continuare nella propria strategia di espansione al di là dei servizi mobile.

Dal canto proprio Ono, alla vigilia del takeover, era pronta alla quotazione alla Borsa di Madrid, con gli azionisti che avevano già approvato il piano, con una valutazione della società di circa sette miliardi di euro. Ma in parallelo gli azionisti non avevano mai abbandonato il tavolo delle trattative con Vodafone, fino a raggiungere l’accordo.