Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

STRATEGIE

Vodafone rilancia sugli investimenti: 240 milioni per digitalizzare imprese e PA

Spalmate in 5 anni, le risorse serviranno per creare soluzioni e competenze che integrano le nuove tecnologie di connettività e convergenza con servizi che risolvono problemi di business. Via alla partnership con Cerved per integrare i Vodafone Analytics con gli indicatori economici e socio demografici dei territori

16 Apr 2019

F. Me

Vodafone lancia Vodafone Business, guidata da Giorgio Migliarina, vara un nuovo piano di investimenti per ampliare l’offerta di soluzioni rilevanti per la trasformazione digitale di aziende piccole, medie, grandi e della PA. Il piano da 240 milioni di euro incrementali in 5 anni prevede investimenti per creare servizi e competenze che integrano le nuove tecnologie di connettività e convergenza – dal 5G alle soluzioni di rete virtualizzate configurabili dal cliente (Software Defined Network) –  con applicazioni e servizi che risolvono problemi di business attraverso l’adozione del digitale in tutti gli elementi della catena del valore: dai processi industriali alla supply chain, dal controllo e ridisegno dei processi, fino allo sviluppo e all’ erogazione dei prodotti e servizi ai clienti.

Le nuove applicazioni e i nuovi servizi saranno realizzati, sia attraverso lo sviluppo diretto di piattaforme da parte di Vodafone (IoT, Analytics, Cloud), sia con la creazione di un ecosistema di partnership nazionali e internazionali.

Un esempio di questo approccio che parte dall’analisi delle priorità di business delle imprese piuttosto che dalla tecnologia, è la sperimentazione 5G di Milano, dove Vodafone ha già realizzato oltre 30 use case in 5G con partner industriali e istituzionali negli ambiti di sanità e benessere, sicurezza e sorveglianza, manifattura e industria 4.0, education e entertainment, smart energy e smart city e mobilità e trasporti.

La sperimentazione 5G procede a ritmo accelerato e proprio oggi saranno presentati a Carugate tre nuovi progetti, per la prima volta in ambito Fixed Wireless Access. I progetti  prevedono l’utilizzo del 5G per una soluzione di Fixed Wireless Access che consente alla biblioteca comunale di offrire un’esperienza immersiva di Realtà Virtuale per la consultazione e l’approfondimento di contenuti storici, a uno studio di architettura di video-collaborare con l’esperto di un ufficio pubblico per modificare in tempo reale un progetto edilizio graficamente molto pesante e a uno studente di partecipare da casa a una lezione in classe interagendo in tempo reale con l’insegnante e visualizzando in alta definizione i materiali didattici utilizzati.

Il Fixed Wireless Access in 5G permette la fruizione di servizi evoluti, interattivi e immersivi per cittadini, imprese e uffici pubblici che diventano fruibili anche senza adeguamenti alle infrastrutture fisiche oppure in aree di Digital Divide.

Il 5G  rappresenta un’evoluzione tecnologica dirompente, sia a livello infrastrutturale che in termini di servizi e porterà innovazione ad ampio spettro sia per le imprese che per i cittadini e le amministrazioni che erogano servizi pubblici. Nel corso del 2018 Vodafone ha acceso a Milano la prima rete 5G d’Italia nell’ambito della sperimentazione e ha annunciato la copertura di 5 città italiane (Milano, Torino, Roma, Bologna e Napoli) in 5G entro il 2019.

I servizi disponibili

 Sulla base delle soluzioni verticali già realizzate per alcuni settori come l’automotive e l’insurance (soluzioni di fleet management, infotainment e telematica assicurativa) la gamma dei servizi sarà estesa per supportare l’innovazione di business in altri settori (retail, logistica, trasporti, media e intrattenimento, Smart City), combinando la migliore connettività fissa e mobile con le soluzioni e i servizi IoT, Analytics, Cloud e 5G più avanzati.

In quest’ottica Vodafone Business ha annunciato una collaborazione con Cerved che arricchisce la soluzione Vodafone Analytics con score territoriali che qualificano le persone che visitano o provengono da una determinata zona in base al loro potenziale di spesa e alle loro caratteristiche socio-demografiche. Punto di riferimento nel campo dei Big Data Analytics, Vodafone Analytics consente di analizzare le informazioni generate dalla Rete 4G e 4.5G di Vodafone, da cui è possibile ricavare (dopo avere anonimizzato e aggregato irreversibilmente tali informazioni) analisi e insight su presenze, mobilità e flussi della popolazione, con l’obiettivo di restituire valore al territorio e migliorare servizi, business e stili di vita.

Le aziende possono inoltre contare su una piattaforma iperconvergente di Cloud & Hosting basata su una rete globale di 78 mila mq di datacenter nel mondo e 2 mila in Italia collegati alla rete in fibra Vodafone. In particolare, i datacenter utilizzati da Vodafone si distinguono per tiering di livello massimo, possibilità di personalizzare la potenza erogata, efficienza energetica e ricorso a fonti green.

 Il ruolo della Giga Network

Gli asset tecnologici distintivi di Vodafone – dal 5G all’IoT, dal Cloud agli Analytics fino ai Global Network Services – rappresentano gli elementi fondanti della Giga Network che, combinati tra loro, consentono alle aziende di essere sempre connesse, di monitorare prodotti, servizi e asset in ogni parte del mondo e di accedere ovunque in semplicità alle applicazioni aziendali in Cloud.

I progetti in corso

Uptown Milano è il primo progetto di smart district in Italia realizzato da Euromilano. Il progetto e la partnership con Vodafone comprendono servizi a valore aggiunto per il futuro residente del quartiere Uptown. Dalla connettività del parco Uptown Park (primo parco pubblico intelligente di Milano) con WiFi pubblico e gratuito, a sistemi di videosorveglianza abilitati da tecnologia IoT.

Il progetto prevede inoltre un’App per i residenti del quartiere che abilita l’accesso agli spazi comuni dei building, permette di gestire le comunicazioni e le segnalazioni verso la centrale operativa dello smart district, comunica con i sistemi di domotica presenti nell’appartamento e permette di utilizzare gli Smart Locker Vodafone presenti nel distretto per il ritiro di consegne online.

All’interno delle residenze, inoltre, Vodafone renderà disponibili servizi di connettività in fibra Ftth e Wi-Fi oltre che di telefonia.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Approfondimenti

C
cerved
P
pmi
V
Vodafone

Articolo 1 di 3