Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

MESSAGGISTICA

Whatsapp, anche l’iPhone offline mette “in coda” i messaggi

Un aggiornamento della app estende allo smartphone Apple la funzione finora riservata ai cellulari Android. Pulsante “invia” attivo anche in assenza di connessione

25 Gen 2017

D’ora in poi con l’iPhone messaggi su WhatsApp anche quando si è “offline”. Nell’ultimo aggiornamento dell’applicazione per iOS – disponibile anche in Italia – è prevista questa funzione, già attiva sui dispositivi Android. Finora senza connessione internet sull’iPhone il pulsante “invia” sulla chat di Facebook risultava disabilitato. Ora invece l’utente puo’ scrivere il messaggio e “avviarlo” al destinatario.

L’effettivo invio avviene in automatico – senza intervento del mittente – non appena si torna sotto copertura di rete. Una funzione utile per chi si trova in zone con scarsa connessione a internet, in viaggio ad esempio, o con copertura intermittente. Qualche giorno fa Google ha implementato un meccanismo simile per le ricerche sul suo motore di ricerca (solo su Android) per poterle mettere in coda e avviarle anche se in quel momento non si e’ connessi.

Su Facebook da tempo si possono “postare” contenuti e commenti senza internet che vengono poi automaticamente pubblicati quando torna la connessione. Nell’ultimo aggiornamento di WhatsApp per iOs ci sono anche altre due novità. In primis la possibilita’ di inviare fino a 30 foto e video in una volta (e non più solo 10). E poi, attraverso un nuovo design della schermata dell’utilizzo archivio si può gestire in modo più mirato lo spazio disponibile sul telefono eliminando dalle chat alcuni tipi di messaggi. Una funzione utile se si vuole liberare spazio in memoria sull’iPhone cancellando non l’intera chat di un gruppo o di un contatto, ma solo quei contenuti più “pesanti”, come le foto, i video o i messaggi vocali.

Argomenti trattati

Approfondimenti

A
android
I
ios
I
iPhone
W
Whatsapp

Articolo 1 di 4