IL PROGETTO

Wi-fi Italia, intesa Mise-Poste: connettività gratuita negli uffici postali

Il progetto vede in campo anche Infratel. Buffagni: “Sfida importante. Vogliamo un Paese più connesso, moderno ed efficiente”

29 Ott 2019

Mila Fiordalisi

Direttore

Gli uffici postali diventano un “hub” di connettività per i cittadini. È questa la novità frutto dell’intesa siglata fra il Ministero dello Sviluppo Economico e Poste Italiane. Grazie all’accordo gli uffici postali entrano a fare parte del progetto Wi-Fi Italia, lanciato dal Mise con Infratel: tutti i cittadini potranno connettersi ad internet in maniera libera e gratuita grazie all’applicazione dedicata presso ciascun ufficio postale munito di rete di accesso wi-fi. E stando a quanto annunciato si tratta solo della prima fase di un accordo che, ponendosi in linea di continuità con quanto previsto nel contratto di servizio di Poste 2020-2024 attualmente in discussione – fa sapere il ministero guidato da Stefano Patuanelli – prevede la realizzazione di servizi in comune tra Mise e Poste Italiane attraverso l’utilizzo di Wi-Fi Italia.

“Vogliamo un’Italia più connessa, moderna ed efficiente – sottolinea il Viceministro Stefano Buffagni, che ha sottoscritto il protocollo –.Poste si è impegnata a investire in innovazione per anticipare il futuro, senza dimenticare le esigenze locali. Una sfida importante, ma che ci rende orgogliosi. E’ solo facendo sistema, con visioni e investimenti comuni e nel rispetto delle realtà locali, che l’Italia potrà diventare un Paese moderno ed efficiente”.

Il progetto Piazza Wi-Fi Italia: che cos’è e come funziona

Piazza Wi-Fi Italia è un progetto avviato dal Mise in collaborazione con Infratel Italia.  Si tratta del più importante investimento pubblico in connettività Wi-Fi (45 milioni di euro stanziati a ottobre scorso). Ad oggi si sono registrati sulla piattaforma dedicata 2.574 Comuni di cui 1.048 con popolazione inferiore a 2.000 abitanti. Infratel ha attivato 261 Comuni e ulteriori 120 saranno attivati entro il mese di novembre.  A fine ottobre Infratel aggiudicherà inoltre i bandi aperti per l’approvvigionamento di apparati e servizi di installazione degli hotspot per dare una decisa accelerazione al progetto nel 2020.

WiFi4Eu, l’Italia fa il pieno di voucher

WEBINAR
Il 5G asse dei territori: così l’Italia colmerà il digital divide
Telco

Sono in tutto 142 i Comuni italiani che si sono aggiudicati il terzo bando di WiFi4Eu, l’iniziativa della commissione europea per favorire la diffusione di collegamenti a Internet senza fili nelle aree pubbliche come piazze, parchi e ospedali. L’Italia si è aggiudicata il massimo dei 1.780 voucher da 15mila euro che potevano andare a un singolo Paese, pari all’8% del totale, raggiungendo lo stesso risultato di altri sei Stati membri: Spagna, Germania, Francia, Romania, Austria e Ungheria.

Poste spinge sull’e-commerce

“Nel 2019 contiamo su 100 milioni di consegne di pacchi fatte da nostri portalettere, nel 2016 erano circa 16 milioni. In tre anni eè una crescita significativa”: lo ha detto l’amministratore delegato e direttore generale di Poste Italiane, Matteo Del Fante, ascoltato dalla commissione Lavori Pubblici del Senato sul contratto di programma con il Mise.

@RIPRODUZIONE RISERVATA