Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

LA MANOVRA

WiFi gratis nei Comuni, sul piatto 3 milioni

La commissione Bilancio della Camera approva l’emedamento dei 5 Stelle alla manovra: sostegno economico alle città che presenteranno piani di sviluppo ad hoc. Liuzzi: “Si rafforza il programma europeo WiFi4Eu”

20 Dic 2017

Federica Meta

Giornalista

Arrivano i fondi specifici, per favorire l’installazione di dispositivi per il Wi-Fi gratuito nei comuni italiani. Il Movimento 5 stelle annuncia l’introduzione della misura nel ddl bilancio, grazie a un emendamento, a prima firma Mirella Liuzzi, approvato dalla commissione Bilancio della Camera. La norma prevede l’erogazione di ulteriori 3 milioni di euro, per il prossimo triennio (2018-2020), a favore degli enti che presenteranno un piano per lo sviluppo di un hotspot wi-fi gratuito.

“Siamo soddisfatti di questo risultato che incentiva lo sviluppo del wi-fi, sia per la realizzazione del diritto all’accesso ad internet gratuito per tutti i cittadini sia per lo sviluppo delle pmi”, scrive in una nota il Movimento 5 stelle. L’iniziativa rientra in un progetto europeo che stanzia 120 milioni di euro per tutta Europa e su cui hanno lavorato anche gli europarlamentari 5stelle. Si stima che entro il 2020 fra 6mila e 8mila comunità locali beneficeranno dell’iniziativa wi-fi 4Eu. Il primo bando, che sarà pubblicato all’inizio del 2018, sarà rivolto solamente a comuni o associazioni costituite da comuni, mentre ai successivi potranno partecipare tutti gli enti pubblici. La connettività wireless dovrà essere fornita ai cittadini gratuitamente e senza condizioni discriminatorie di accesso, dovrà essere facilmente accessibile, protetta e capace di fornire una connettività ad alta velocità con le più recenti e migliori apparecchiature disponibili.

”La connettività è una delle nostre cinque stelle e rappresenta una possibilità di sviluppo per il nostro Paese”, ricordano i parlamentari. L’approvazione di questo emendamento ”va nella direzione di sviluppare la connessione in aree attualmente senza connettività stabile e di qualità, o che non riescono a far fronte ai costi di installazione di fibra ottica”

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Approfondimenti

M
manovra
M
mirella liuzzi
W
wifi

Articolo 1 di 3