LA CALL DEL 3 GIUGNO

WiFi4Eu, via al quarto bando: sul piatto oltre 14 milioni

Voucher da 15.000 per i Comuni che vogliono attivare punti di accesso gratuiti negli spazi pubblici. Bruxelles: “Contributo alla resilienza delle reti e stimolo ai servizi digitali locali”

20 Mag 2020

Patrizia Licata

giornalista

La Commissione europea ha annunciato il quarto e ultimo bando di WiFi4Eu, l’iniziativa dell’Ue per favorire la diffusione di collegamenti a Internet senza fili nelle aree pubbliche come piazze, parchi e ospedali. La call per WiFi4Eu sarà aperta dal 3 giugno 2020 ore 13 (Cest, Central European Summer Time ) al 4 giugno 2020 ore 17 (Cest).

Il bando ha un budget di 14,2 milioni di euro grazie ai quali la Commissione distribuirà ai Comuni di tutta Europa 947 voucher del valore di 15.000 euro ciascuno in base al criterio “first come, first served” (il principio del “primo arrivato, primo servito”).

Stimolo all’economia digitale locale

Il voucher permetterà ai Comuni aggiudicatari di creare reti wifi gratuite negli spazi pubblici. WiFi4Eu conta su una community di circa 30.000 Comuni europei registrati, a dimostrazione che gli enti locali cercano in misura crescente l’espansione dell’offerta di servizi wifi per i cittadini con l’obiettivo di stimolare l’economia digitale locale. Il wifi gratuito favorisce l’e-commerce, sostiene il turismo e accresce la disponibilità di servizi pubblici online ai cittadini, sottolinea Bruxelles.

Visto l’interesse espresso per l’iniziativa, in questo bando la Commissione ha deciso che non ci sarà un limite massimo di voucher attribuibili a ciascun paese partecipante.

Reti resilienti anche grazie al wifi

Questa quarta call era stata inizialmente programmata per marzo 2020 ma ha subito un rinvio a causa dell’emergenza coronavirus. In questa fase ancora critica WiFi4Eu intende dare un contributo alla resilienza della connettività supportando l’installazione di punti di accesso wifi gratuiti nei luoghi pubblici tra cui ospedali  (18% delle installazioni) e scuole (37,5%).

Per candidarsi a ricevere il voucher i Comuni si devono registrare al portale di WiFi4Eu prima che inizi la call. Nel terzo bando, a ottobre scorso, sono stati 142 i Comuni italiani che si sono aggiudicati i voucher; l’Italia ha così ottenuto il massimo dei 1.780 voucher da 15.000 euro che potevano andare a un singolo paese, pari all’8% del totale, raggiungendo lo stesso risultato di altri sei Stati membri: Spagna, Germania, Francia, Romania, Austria e Ungheria.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Approfondimenti

W
wifi
W
WiFi4EU

LinkedIn

Twitter

Whatsapp

Facebook

Link

Articolo 1 di 2