Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Wind battezza il Transparency Forum, Angelini: “Raccontiamo l’Italia migliore”

Via alla piattaforma che raccoglie le best practice nazionali. Il direttore Public Relations: “L’iniziativa segno del nostro impegno per un Paese più moderno ed efficiente”

10 Ott 2014

Enzo Lima

Wind realizza valore in un contesto nuovo all’insegna di chiarezza-trasparenza-semplicità per essere “più vicini all’Italia”, come recita anche il logo ufficiale.

Con questo spirito Wind, l’azienda guidata da Maximo Ibarra, ha pensato di dar vita ad una iniziativa che mettesse al centro proprio uno dei cardini aziendali, la trasparenza. E chi meglio delle aziende, delle persone, e anche delle istituzioni che hanno fatto e fanno della trasparenza un proprio valore, un credo, possono contribuire a dar corpo a questa iniziativa?

Stiamo parlando del Wind Transparency Forum, una piattaforma web in cui convogliare il meglio della trasparenza in Italia e nel mondo. Ne abbiamo parlato con Massimo Angelini, direttore Public Relations di Wind.

In che consiste questo progetto?

L’idea è quella di fare qualcosa di concreto per l’Italia, senza alcuna finalità commerciale o pubblicitaria. Una iniziativa istituzionale (come avviene peraltro col nostro incubatore d’impresa ‘Wind Business Factor’) a beneficio della trasparenza, uno dei valori principali che l’azienda promuove da sempre e che ha caratterizzato nel tempo il nostro approccio al cliente. Ora con Wind Transparency Forum, avremo un magazine digitale destinato a contenere le emozioni dei racconti, delle voci e delle sensazioni di chi ha messo proprio la trasparenza al centro del proprio agire. Del resto questo è un comune sentire al giorno d’oggi, dove si avverte la necessità di avere un Paese più moderno, efficiente e a misura di cittadino.

Come avviene la partecipazione?

Il nostro pensiero è rivolto ovviamente a tutti, in particolare a coloro che realizzano prodotti e oppure servizi; alle persone che realizzano prodotti digitali, ma anche alle istituzioni e a tutti i semplici utenti web. Da tutti loro ci aspettiamo, nei prossimi sei mesi, una partecipazione numerosa e qualificata, poichè entro marzo 2015 assegneremo un premio ai contributi che saranno ritenuti più significativi. Sarà un Comitato scientifico, che presiederà questo processo di selezione, a valutare le esperienze vissute, mentre quelle proposte dagli utenti web, saranno votate dalla stessa rete. Insomma anche qui massima trasparenza.

Cosa si prefigge in sostanza Wind con questo progetto?

Vogliamo cercare di dar voce alle ‘buone notizie’, favorendo la loro diffusione e stimolando contemporaneamente la discussione e l’interesse sui temi di valore. Abbiamo intenzione, infine, di creare un evento dedicato al Forum, in cui la trasparenza sarà celebrata insieme a speaker d’eccezione che racconteranno l’importanza di questo tema in tutti gli aspetti della vita.

Articolo 1 di 5