Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

IL RATING

Wind, S&P declassa il debito a B+

L’agenzia di rating non prevede “miglioramenti significativi nella struttura del capitale” dell’operatore. Outlook stabile

30 Nov 2012

F.Me.

L’agenzia di rating Standard & Poor’s ha tagliato il rating di Wind portandolo da BB- a B+, con outlook stabile. “Il downgrade – informa il report di S&P – deriva dal fatto che non prevediamo miglioramenti significativi nella struttura del capitale di Wind nel medio termine. Ci aspettiamo che il mercato concorrenziale, l’impatto delle azioni di regolamentazione e gli interessi elevati e pagamenti di imposte contribuiranno a limitare la generazione di free cash flow e la crescita dell’Ebitda nei prossimi due anni, provocando un blocco degli sforzi della societa’ per ridurre il debito”.

“L’outlook stabile – prosegue la nota di S&P – riflette il presupposto che Wind manterrà la sua posizione di mercato nel mercato italiano delle telecomunicazioni. Assumiamo anche che le entrate continueranno a crescere costantemente, escludendo l’impatto delle azioni di regolamentazione, e che i margini Ebitda saranno solidi intorno al 38 per cento. Questi fattori favoriscono per Wind il mantenimento del profilo “soddisfacente” sul rischio d’impresa.

Argomenti trattati

Approfondimenti

S
standard & poor's
W
Wind