SIGLATO L’ACCORDO

WindTre, al fondo Eqt il 60% della newco delle reti. A capo Hanssen

La transazione sulla base di un entreprise value di 3,4 miliardi. Ck Hutchison resta in campo con il 40%. La società frutto dello scorporo controllerà e gestirà la più grande rete mobile del Paese e un portafoglio di asset, tra cui antenne radio, stazioni base, infrastruttura di trasporto e contratti associati. E sarà il primo network di accesso indipendente in Europa. Closing entro 6-9 mesi. Intanto la telco al 70% della cybersecurity company Rad

Pubblicato il 12 Mag 2023

merger-acquisizioni

Il fondo svedese Eqt Infrastructure ha ufficialmente siglato l’accordo per acquisire una partecipazione del 60% nella newco che possiederà e gestirà la rete mobile e fissa di WindTre. La transazione avviene sulla base di un entreprise value di 3,4 miliardi di euro. L’attuale proprietario di WindTre, CK Hutchison, rimarrà investitore insieme al fianco del fondo e deterrà una quota del 40% nella newco. L’operazione è soggetta alle consuete approvazioni normative e si prevede che si concluda entro sei-nove mesi.

Nuovi investimenti nella rete e nei servizi

“Eqt Infrastructure è entusiasta di collaborare con CK Hutchison e con il management della società in questa transazione. Abbiamo lavorato a stretto contatto con CK Hutchison per sviluppare questa transazione innovativa nel settore delle telecomunicazioni. Eqt crede fermamente nella logica strategica di separare le infrastrutture e i servizi degli operatori di telefonia mobile e consideriamo questo investimento come un modello per future operazioni con operatori in altri mercati europei. L’acquisizione conferma l’impegno di Eqt ad espandere la presenza in Italia e a ricercare continuamente opportunità di investimento di qualità nel Paese”, sottolinea Francesco Malvezzi, Managing Director e Head of Italy del team di advisory di Eqt Infrastructure. Eqt Infrastructure farà leva principalmente sullo sviluppo della rete e dell’offerta di servizi della perseguendo al contempo ulteriori opportunità di crescita in aree quali l’accesso wireless fisso, l’IoT e le reti private.

Benoit Hanssen ceo della newco

“Siamo entusiasti di collaborare con Eqt Infrastructure per guidare lo sviluppo di uno dei principali player indipendenti nelle reti di accesso radio multi-tenant a livello globale. Siamo orgogliosi di essere il primo operatore in Europa ad aver progettato una transazione così innovativa, in collaborazione con una società di investimento esperta e rinomata”, commenta Benoit Hanssen, che assumerà il ruolo di ceo della newco.

La newco Eqt-WindTre: ecco cosa farà

“La newco controllerà e gestirà la più grande rete mobile del Paese e un portafoglio di asset, tra cui antenne radio, stazioni base, rete di trasporto e contratti associati e sarà la prima rete di accesso indipendente in Europa focalizzata principalmente sulla telefonia mobile e dedicata alla fornitura di servizi wholesale agli operatori mobili attraverso la sua rete all’avanguardia, che alla fine del 2022 già copriva circa il 67% dell’Italia con ricezione 5G”, si legge nella nota che annuncia l’operazione.  La società fornirà servizi di connettività wholesale a WindTre e ad altri operatori di telefonia mobile italiani, “diventando il principale player per copertura e capacità di rete mobile del Paese, gestendo così una parte essenziale dell‘infrastruttura digitale nazionale.”. E ancora, “Eqt Infrastructure investirà nella rete della società e perseguirà opportunità di crescita innovative per accompagnare lo sviluppo dell’ecosistema digitale italiano, implementando contemporaneamente un programma di sostenibilità”.

WindTre acquisisce il 70% della cybersecurity company Rad

WindTre nel frattempo annuncia l’acquisizione della cybersecurity company Rad. “L’acquisizione rappresenta un ulteriore importante investimento della nostra azienda e dell’azionista in Italia. In particolare, conferma la volontà di WindTre di continuare a puntare sulle eccellenze tecnologiche del nostro Paese per offrire servizi sempre più evoluti e diversificati, anche in ambito B2B, nonchè per supportare la digitalizzazione delle imprese e delle pubbliche amministrazioni”, sottolinea il ceo Gianluca Corti. L’acquisizione -spiega la telco in una nota – conferma l’impegno per la cybersecurity delle imprese italiane, in linea con l’obiettivo “Aziende 100% sicure” del piano Esg e con la strategia di crescita nei servizi per le imprese.

“Vediamo in WindTre il partner ideale per affrontare al meglio le sfide di questa continua ed incessante espansione grazie anche alla perfetta intesa commerciale e tecnologica – commenta il ceo di Rad, Andrea Andrenacci -. Questa sinergia ci permetterà, insieme, di disegnare nuovi ed innovativi servizi volti alla tutela ed alla salvaguardia dei nostri clienti attuali e futuri” dichiara

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Articoli correlati

Articolo 1 di 5