LA JOINT VENTURE

WindTre-Iliad, intesa con i sindacati: avanti tutta sul closing

Si punta a chiudere la partita entro il 30 giugno. Sarebbero una cinquantina i lavoratori interessati, accordi su base volontaria. Ora la parola passa alle autorità

07 Apr 2022

Mi Fio

merger, digital

Avanti tutta sulla joint venture. WindTre ha già trovato l’intesa con i sindacati per i lavoratori coinvolti nella partita che prevede la costituzione di una newco paritaria al 50% che andrà a operare nelle aree più periferiche del Paese per una popolazione coinvolta stimata nell’ordine del 25%. Sulla strada manca ora il via libera delle autorità ma si punta a chiudere il deal entro il 30 giugno. Secondo quanto risulta a CorCom sarebbero una cinquantina i lavoratori in ballo e gli accordi raggiunti sono tutti su base volontaria.

“Il conferimento comporta la prosecuzione del rapporto di lavoro con la NewCo, con la conservazione di tutti i diritti che ne derivano, ai sensi e per gli effetti dell’art. 2112, Codice Civile, nel testo modificato dall’art. 47 predetto e con l’applicazione del vigente Ccnl per il personale dipendente da imprese esercenti servizi di telecomunicazione e del Ccnl Dirigenti di aziende produttrici di beni e servizi”, si legge nella lettera inviata alle Rsu attraverso Unindustria che CorCom ha potuto visionare. “In particolare, nei confronti dei lavoratori interessati al passaggio continueranno a trovare applicazione tutti gli istituti normativi ed economici previsti dagli accordi attualmente vigenti in Wind Tre fino alla loro naturale scadenza”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 4