Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

IL TREND

Cybersecurity: 9 password per utente, 1 su 4 se le dimentica

Report di Nuance Communications in occasione del World Password Day. La svolta potrebbe arrivare dal riconoscimento biometrico. La scarsa protezione ha causato perdite pari a 2mila dollari in un solo anno per ogni account

02 Mag 2019

L. O.

Biometria strumento anti-frode informatica. Sono già due terzi (68%) i consumatori – soprattutto under24 – che a livello globale utilizzano la tecnologia biometrica per prevenire truffe causate da password inefficienti. Nell’ultimo anno il 24% degli utenti nel mondo ha accumulato perdite per circa 2.000 dollari a causa della scarsa protezione dell’account. Lo rivela un report commissionato da Nuance Communications in occasione del World Password Day – in calendario il 2 maggio – che mette al centro il ruolo di pin e password nella protezione di informazioni finanziarie e personali.

Secondo l’indagine ogni consumatore gestisce in media 11 account online (tra cui email, servizi bancari, piattaforme per acquisti online o per la fatturazione, siti web di intrattenimento) e per accedervi devono ricordare circa 9 password diverse.

Una persona su quattro dimentica queste password almeno una volta al mese, con quasi un terzo (28%) che contatta il servizio clienti ogni tre mesi per reimpostare le credenziali di accesso. Negli Stati Uniti, addirittura, un consumatore su dieci effettua questa chiamata più di una volta a settimana.

“Il World Password Day di quest’anno arriva nel mondo della sicurezza in un momento interessante, poiché da un lato le strategie di hacking dei truffatori continuano ad evolvere – dice Brett Beranek, General Manager, Security Business, Nuance Enterprise – e dall’altro i consumatori richiedono un accesso più semplificato ai loro account. La biometria si distingue da pin e password non sicuri e noiosi e pone l’accento sulle proprie caratteristiche personali, rendendo l’autenticazione non solo più sicura, ma molto più semplice da utilizzare”.

A fronte dell’aumento di attacchi quasi due terzi degli utenti sono pronti a cambiare fornitori di servizi qualora cadessero vittima di frodi. Ma, alla prova dei fatti più di un quarto (27%) delle vittime non ha modificato le password dei propri account in seguito ad attività fraudolente, lasciandole esposte a ulteriori attività criminali.

Di contro la biometria sta emergendo come alternativa a password e pin. Circa 400 milioni di consumatori in tutto il mondo generano già più di otto miliardi di autenticazioni biometriche ogni anno.In questa direzione si muove HSBC il cui sistema di biometria vocale innovativo – VoiceID – ha impedito che oltre 300 milioni di sterline cadessero nelle mani di truffatori telefonici.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Personaggi

B
Brett Beranek

Approfondimenti

B
biometria
C
cybersecurity
F
frodi

Articolo 1 di 3