LA PARTNERSHIP

Smart working, Linkem e Kaspersky alleate sulla cybersecurity

L’accordo è pensato per le esigenze di privati, liberi professionisti e Pmi. Francesco Sortino: “Forniamo gli strumenti per proteggere i dati personali e aziendali da attacchi informatici”

11 Mag 2020

A. S.

Lavorare in totale sicurezza anche da casa, proprio in un momento in cui il lockdown causato dall’emergenza coronavirus ha messo due milioni di persone, anche nell’attuale “fase due”, nella condizione di adottare in modo sempre più massiccio lo smart working per non bloccare l’attività.  Per andare incontro alle esigenze di cybersecurity di questo mondo fatto anche di liberi professionisti e di piccole e medie imprese Linkem e Kaspersky hanno siglato un accordo di collaborazione focalizzato sui clienti business e consumer, per aiutarli a tenersi al sicuro da furti di dati e di identità e da distruzione accidentale di dati. A dimostrare quanto il tema della petizione d’uranio lo smart working sia centrale in questo momento ci sono i dati di recente sondaggio di Kaspersky, secondo cui quasi un dipendente su quattro ha dichiarato di avere già ricevuto e-mail di phishing a tema Covid-19. Il download accidentale di contenuti malevoli da questo tipo di e-mail – avverte la società specializzata in software per la sicurezza informatica – può portare all’infezione dei dispositivi e alla compromissione dei dati aziendali. 

In virtù di questa partnership l’operatore 5G specializzato nella banda ultralarga wireless metterà a disposizione dei propri clienti privati il servizio antivirus e quello di Internet security, mentre agli utenti business è stato riservato il servizio “Linkem office safe connection” messo a punto da Kaspersky.

“L’aumento esponenziale del numero di persone che oggi e per i prossimi periodi lavoreranno da casa e il ricorso massivo a strumenti digitali, richiedono ai liberi professionisti e alle aziende, anche di piccole dimensioni, di adottare strumenti di sicurezza superiori e adeguati a proteggere i dati personali ed aziendali da ogni possibile rischio di furto, corruzione o perdita accidentale – afferma Francesco Sortino, Chief Marketing Officer di Linkem – La partnership che abbiamo siglato con Kaspersky è volta proprio a facilitare la modalità di lavoro agile grazie ad una serie di prodotti e soluzioni integrate che riducano al minimo i rischi informatici”.

FORUM PA 6- 11 luglio
Il digitale e il lavoro: da pericolo a risorsa
Risorse Umane/Organizzazione

“Siamo molto orgogliosi di essere stati scelti in qualità di partner da Linkem. Collaborare per garantire la sicurezza degli utenti in questo periodo è più importante che mai – aggiunge Morten Lehn, general manager Italy di Kaspersky – L’emergenza coronavirus ha imposto alle aziende e agli utenti di organizzarsi in tempi stretti per lavorare da casa e garantire la business continuity. Mentre i dipendenti stanno cercando di adattarsi alla nuova realtà dela lavoro da casa, i team che si occupando delle infrastrutture IT e della cybersecurity sono sotto pressione e cercano di assicurare a tutti la possibilità di lavorare in sicurezza. Gli incidenti informatici possono solo aggiungere ulteriori difficoltà a questa sfida, ecco perché è importante affidare la propria sicurezza a soluzioni complete e affidabili”.

Oltre alla fornitura del servizio di connettività ultrabroadband di Linkem, l’offerta prevede così il noleggio di un tablet Samsung con copertura assicurativa di 24 mesi e di una licenza annuale Kaspersky Vpn Secure Connection, grazie alla quale il cliente avrà a disposizione un canale sicuro e crittografato per proteggersi dal rischio di intercettazioni da parte degli hacker e navigare in rete, utilizzare i servizi e-commerce, eseguire azioni di Smart banking o visualizzare contenuti in streaming mantenendo sempre le comunicazioni riservate.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 4