STRATEGIE

Acquisizioni e servizi a valore aggiunto, ecco come cresce Covisian

Il Gruppo svela la strategia industriale 2016/2019: operazioni M&A con un focus su multinazionali e sui settori utilities, finanza e assicurazioni

04 Lug 2016

Andrea Frollà

Nuove acquisizioni per consolidare la posizione sul mercato italiano e crescere in quello europeo. Il Gruppo Covisian, nato dalla recente unione delle due aziende italiane Visiant e Contacta, presenta la propria strategia industriale, il nuovo marchio e il posizionamento. L’obiettivo è dare vita ad una realtà innovativa che risponda pienamente alle nuove esigenze del settore. La doppia acquisizione ha dato vita al terzo operatore del settore in Italia, con un fatturato complessivo nel 2015 di oltre 110 milioni di euro, ma ora Covisan vuole crescere ancora e si è posto ambiziosi obiettivi di aumento del giro d’affari tra il 15% e il 20% nel triennio 2016/2019.

Con l’aggregazione di Visiant e Contacta, Covisian vuole rispondere alla crescente domanda di interlocutori qualificati, in un mercato dove aumenta sempre più la necessità di affidarsi ad aziende strutturate, in grado di offrire un’ampia gamma di servizi e di supportare il raggiungimento di obiettivi strategici con una customer experience innovativa e differenziante.

Il Gruppo punta a confermarsi sul mercato italiano, entrando allo stesso tempo sul mercato internazionale. La strategia di crescita organica sarà basata su nuovi servizi a valore aggiunto, che permetteranno di consolidare la base clienti attuale ma anche di sviluppare ulteriormente settori a maggior crescita, come ad esempio quello delle utilities, della finanza e delle assicurazioni. Un altro binario di crescita riguarda, sia in Italia che all’estero, acquisizioni di realtà sinergiche con gli obiettivi strategici del gruppo: l’attenzione sarà rivolta ad aziende con competenze specialistiche su particolari servizi o settori industriali. La strategia di sviluppo internazionale, in particolare, è mirata a qualificare ulteriormente l’offerta verso le grandi multinazionali che richiedono presenza geografica nei Paesi in cui operano.

WHITEPAPER
Digitalizzare il manufacturing: dati, spunti ed esempi concreti
Digital Transformation
IoT

Covisian, che ha appena completato l’acquisizione del ramo d’azienda 1254, da parte di Italiaonline, ha deciso anche di optare per una nuovo brand e un nuovo posizionamento. Il nome non è solo la naturale unione di due nomi ma, spiega la compagnia, “è stato scelto perché racchiude in sé i due concetti di condivisione e visione, che esprimono la volontà del Gruppo di conoscere e condividere le strategie delle aziende clienti, in modo da poterle supportare al meglio”.

In Covisian lavorano oggi oltre 4000 persone sparse tra le 13 sedi su tutto il territorio nazionale. Con un portafoglio di oltre 50 aziende nazionali ed internazionali principalmente nei settori energia, telecomunicazioni, finanza, banche e assicurazioni, PA e media online, (tra cui Google, Inps, Fastweb, Sky, CheBanca!, Lavazza, Enel, Agos) il Gruppo rappresenta una delle realtà più dinamiche del terziario avanzato.

I suoi servizi spaziano dal customer care al telemarketing, dalla gestione documentale al social caring. Il Gruppo offre inoltre una consolidata esperienza nella gestione multicanale e nei servizi ad alto valore aggiunto come la gestione dei reclami e il pre-contenzioso legale, relazioni con le associazioni dei consumatori, sviluppo del portafoglio clienti, nonché attività di recupero crediti.

Argomenti trattati

Approfondimenti

C
covisian
C
customer care
T
telemarketing