Agenda Digitale, il portale Open Data Lazio conquista il premio del Polimi - CorCom

LA PREMIAZIONE

Agenda Digitale, il portale Open Data Lazio conquista il premio del Polimi

Il Governatore Nicola Zingaretti: “Archiviata una fase storica in cui lo Stato e le sue articolazioni sono state considerate bad company non riformabili”. Dall’Osservatorio del Politecnico di Milano anche riconoscimenti nelle categorie finanziamento, attuazione, procurement pubblico, competenze digitali ed enti locali

26 Nov 2015

Andrea Frollà

Sostenere la cultura dell’innovazione digitale nel Paese, generare meccanismi virtuosi di condivisione delle migliori esperienze di attuazione dell’Agenda Digitale, premiare e dare visibilità alle aziende e alle PA italiane più innovative, contribuire ai processi di ricerca tramite la raccolta strutturata di evidenze empiriche. Sono questi gli obiettivi del Premio Agenda Digitale, assegnato oggi dopo la presentazione della ricerca effettuata dell’Osservatorio Agenda Digitale della School of Management del Politecnico di Milano, durante la seconda giornata del New Digital Government Summit. Delle 110 candidature ricevute, la commissione valutatrice esterna composta da 16 esperti nazionali ha selezionato 6 esperienze per altrettante categorie.

Il portale Open Data Lazio è risultata la migliore Agenda Digitale Regionale d’Italia grazie ad un’iniziativa che punta sulla semplificazione del rapporto tra amministrazione e cittadini, buona diffusione in tutto il territorio regionale e per l’alta replicabilità del modello estendibile ad altre regioni.

“Con questo progetto si realizza un obiettivo politico, quello di archiviare una fase storica in cui lo Stato e le sue articolazioni sono state considerate bad company non riformabili e impossibili da innovare”, ha commentato Nicola Zingaretti. Il presidente della Regione Lazio ha elencato le iniziative intraprese soprattutto nel settore sanità, come “la fatturazione elettronica, la ricetta digitale e presto la rivoluzione del magazzino digitale”.

Rispetto al progetto vincitore del premio ricevuto dal Politecnico di Milano, Zingaretti ha ricordato che l’Open Data “è il cuore della battagli delle pubbliche amministrazioni per la legalità e la trasparenza, perchè compito del decisore politico è quello di anticipare i casi di illegalità e corruzione. L’Open data è uno dei più potenti strumenti per affrontare il problema prima delle degenerazioni”.

Nella giornata di oggi sono stati assegnati anche i premi per le altre categorie. In particolare per l’ambito “finanziamento dell’Agenda Digitale” a primeggiare sono state le Isole Digitali del Comune di Milano, mentre per la categoria “Procurement Pubblico di innovazione digitale” il riconoscimento se l’è aggiudicato la Gara d’appalto Cloud for Europe di Agid. Rispetto all’attuazione, il premio è stato assegnato al Miur per il portale Iscrizioni On Line.

SalentoGov del Comune di Lecce si è assicurato il merito nell’ambito Agenda Digitale degli enti locali, mentre rispetto alle Competenze Digitali ad avere la meglio è stato il Sistema delle professioni di Insiel.