Alcatel-Lucent cerca nuovi Nobel con il Bell labs prize - CorCom

IL PREMIO

Alcatel-Lucent cerca nuovi Nobel con il Bell labs prize

In palio premi fino a 100mila dollari e una postazione di lavoro nei laboratori che hanno formato 12 premi Nobel. Così la multinazionale franco-statunitense va alla ricerca di talenti nel mondo dell’informatica, dell’elettronica, delle Tlc e del sfotware applicativo

23 Giu 2014

A.S.

Premi in denaro fino a 100 mila dollari e la possibilità di andare a lavorare in una delle icone della comunità scientifica: i Bell Labs. Mancano tre settimane alla scadenza del 15 luglio per presentare idee e progetti brillanti nel mondo dell’informatica, delle telecomunicazioni, dell’elettronica, del software applicativo del “Bell Labs Prize”, lanciato dall’associazione di ricerca di Alcatel-Lucent per giovani ricercatori e sviluppatori.

“I primi tre classificati – si legge in una nota dell’azienda – vinceranno rispettivamente 100, 50 e 25 mila dollari. Inoltre, i 50 candidati più brillanti che supereranno la prima fase di selezione avranno la possibilità di sviluppare per alcuni mesi le loro idee accanto a ricercatori e scienziati di alto livello mondiale. Da questo gruppo emergeranno i 10 finalisti che sottoporranno personalmente alla giuria il loro progetto, per arrivare, ai primi di dicembre, alla scelta finale”.

“Oltre ai premi in denaro – spiegano da Alcatel-Lucent – c’è la possibilità per i più brillanti di essere considerati per l’assunzione in uno dei più celebrati ambienti mondiali della ricerca. La condizione è che le idee sottoposte siano realmente innovative e suscettibili di una futura possibile implementazione. Insomma: creatività allo stato puro e volontà di tradurre le idee in pratica”.

Dai Bell Labs sono usciti 7 Premi Nobel attribuiti a 12 ricercatori e innovazione a getto continuo. “Qui – si legge nel comunicato – sono nati il transistor e il sensore CCD, il telefono a tastiera e il satellite per telecomunicazioni, il sistema operativo Unix e i maggiori linguaggi di programmazione, qui hanno mosso i primi passi il telefono cellulare, il laser e le fibre ottiche, così come, esattamente 50 anni fa, è stata confermata la teoria del Big Bang dell’Universo. Nei centri di ricerca, tra le tante iniziative, si sperimentano oggi le più avanzate tecniche per le reti a banda larga del futuro, il wireless e lo sviluppo eco-sostenibile delle tecnologie per ridurre i consumi, il cloud. Insomma: si progetta il futuro”.

Per partecipare al Premio bisogna avere più di 21 anni, essere residente in uno dei quaranta paesi ammessi al premio (tra cui l’Italia) e inviare ai Bell Labs una descrizione in non oltre 250 parole, in inglese, dell’idea innovativa che si intende sviluppare. E’ possibile aggiungere fino a tre pagine di documentazione esplicativa”.

Argomenti trattati

Approfondimenti

A
alcatel-lucent
B
bell labs
N
Nobel