Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

E-COMMERCE

Alibaba sbarca in Europa con un hub logistico

Siglato un accordo con il governo belga nell’ambito del progetto Electronic World Trade Platform. Obiettivo la creazione di una struttura da 220mila metri quadrati che sarà creata entro il 2021 presso l’aeroporto di Liegi

05 Dic 2018

Alibaba pone le basi per lo sviluppo di una rete logistica europea attraverso un accordo siglato con il governo belga. Con un investimento da 75 milioni di euro, il colosso dell’e-commerce realizzerà presso l’aeroporto di Liegi un hub da 220 mila metri quadrati che diverrà parte dell’Electronic World Trade Platform (eWtp), progetto già avviato con modalità simili in Malesia e Ruanda. Le operazioni nel Vecchio continente dovrebbero partire nel 2021 e saranno gestite da Cainiao, il braccio logistico del gruppo fondato da Jack Ma.

L’obiettivo dichiarato del piano eWtp è creare una piattaforma capace di aiutare i Paesi a ridurre le barriere sulle transazioni con la Cina effettuate sfruttando l’e-commerce, abbattendo le tariffe per le spedizioni e accelerando i controlli doganali. Tutto questo senza andare contro i dettami del Wto (World Trade Organization) e senza soprattutto rischiare di inasprire la guerra dei dazi in corso con gli Stati Uniti, che – stando ai media di stato cinesi – sarebbe già costata a Jack Ma un affare da un milione di posti di lavoro in Nord America.

“Siamo fermamente convinti che grazie al progetto Electronic World Trade Platform scateneremo l’enorme potenziale degli scambi extracomunitari, specialmente quelli con la Cina, per molte aziende europee”, ha dichiarato in una nota il CEO di Alibaba Daniel Zhang.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 5