WALL STREET

Alibaba, scatta il countdown per la quotazione record

Parte oggi il roadshow di presentazione dell’Ipo. Il colosso dell’e-commerce debutterà alla borsa di New York la prossima settimana. Per un collocamento destinato a battere ogni primato e superare Amazon, con una valutazione iniziale da oltre 155 miliardi di dollari

08 Set 2014

A.S.

Parte oggi il roadshow di presentazione dell’offerta pubblica iniziale per lo sbarco a Wall Street di Alibaba. Il debutto al New York Stock Exchange del gigante dell’e-commerce è previsto per il 18 o 19 settembre. Venerdì erano stati fissati i termini dell’offerta, che sembra destinata a battere ogni record in termini di raccolta e capitalizzazione di mercato nella storia delle Ipo.

Alibaba ha fissato il range indicativo di prezzo tra 60 e 66 dollari per ogni certificato di deposito, per un valutazione complessiva di circa 160 miliardi di dollari al punto intermedio dell’intervallo, e una capitalizzazione di mercato di 147 miliardi.

L’offerta riguarda 320,1 milioni di certificati di deposito americani per una raccolta attesa, includendo anche i titoli per l’opzione green-shoe, di 24,3 miliardi di dollari, sempre che alla fine del roadshow, in caso di forte interesse degli investitori, il prezzo non sia superiore alla soglia massima del range.

Alibaba metterà sul mercato mercato 123 milioni di Ads, mentre gli azionisti ne cederanno 197 milioni. Tra i soci rilevanti Softbank, società di telecomunicazioni giapponese, ha intenzione di scendere dal 34,1% al 32,4%, Yahoo dal 22,4% al 16,3% e il fondatore e presidente Jack Ma (nella foto) dall’8,8% al 7,8%.

WEBINAR
Digital360: partecipa al live streaming sui risultati della relazione finanziaria semestrale 2020
Amministrazione/Finanza/Controllo
CIO

L’offerta comprenderà un programma “Family and Friends” per premiare dipendenti e stakeholder, e vede coinvolte le maggiori banche di Wall Street: da Morgan Stanley a Jp Morgan Chase, da Deutsche Bank a Credit Suisse per arrivare a Goldman Sachs con l’importante ruolo di “agente di stabilizzazione”.

In caso di successo dell’iter di offerta, il collocamento è destinato a battere tutti i record nella storia delle Ipo, non solo del comparto tecnologico, superando recenti debutti attesissimi dal mercato come Visa, General Motors e Facebook.

Una valutazione iniziale di almeno 155 miliardi posizionerebbe inoltre Alibaba davanti al suo diretto concorrente Amazon, che oggi capitalizza 160 miliardi di dollari. Il suo sbarco sarebbe maggiore dei debutti, per esempio, di Agricultural Bank of China (133 miliardi di valore al primo giorno di scambi nel luglio del 2010), Facebook (81,2 miliardi nel maggio del 2012) e Ups (60 miliardi nel 1999).