Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

IL SUMMIT

Allarme delle banche centrali: “Con Google & Co. saltano le regole di mercato”

Nel tradizionale incontro a Jackson Hole si punta il dito contro la “monopsonia” ovvero la capacità delle web company di regolare tutti i processi, dalla produzione alla definzione dei prezzi. Inflazione meno sotto controllo con il boom di Amazon

27 Ago 2018

F. Me

Non solo il protezionismo minaccia la crescita globale. I banchieri centrali, che nei giorni scorsi si sono riuniti per il tradizionale summit a Jackson Hole in Wyoming, hanno lanciato l’allarme sul monopolio inedito che vede protagonisti i colossi del web. Per spiegare il si è utilizzato il termine “monopsonia” ovvero “acquirente unico”.

Secondo i banchieri, Google e gli altri sono in grado di regolare tutti processi di mercato, dalla produzione al controllo degli acquisti, passando per la distribuzione e la capacità di fissare i prezzi grazie agli algoritmi. In questo senso queste aziende abbattono le leggi di mercato per le quali una maggiore domanda di beni determina una crescita dei prezzi e dei salari.

Il fatto che siano saltate queste regole – registrano a Jackson Hole – spiega il perché in Borsa ci siano risultati record a cui, però, non corrispondono aumento di pil e salari.

Il potere di acquisto dei colossi del web vanifica gli interventi delle banche centrali nei loro confronti e li rende “puntivi” per le Pmi.

Inoltre secondo uno della Fed di Kansas City il boom delle vendite online sta cambiando il “comportamento” dell’inflazione, rendendola più sensibile a shock come il balzo dei prezzi del petrolio, l’andamento dei tassi di cambio e l’imposizione di dazi.

Il rapporto mette in evidenza come la crescita delle vendite sulle piattaforme online sta avendo forti effetti con i prezzi che diventano più uniformi e le aziende che li rivedono più di frequente. ”Con le strategie dei prezzi che diventano più interconnesse” le grandi piattaforme che ”usano algoritmi – precisa lo studio – sono in grado di cambiare il comportamento dei prezzi di un’intera industria”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Approfondimenti

F
fed
M
monopolio
W
web

Articolo 1 di 5