Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

STRATEGIE

Andrea Rangone: “Serve un focus politico sull’innovazione. Digital360 farà la sua parte”

Dal palco inaugurale della 29ma edizione di Forum PA il ceo dell’azienda lancia un appello al nuovo governo: “Situazione impietosa sul fronte PA ma anche aziende. Bisogna avere il coraggio di investire sull’innovazione per accelerare una volta per tutte”

22 Mag 2018

“Serve un chiaro focus politico sull’innovazione. Solo così sarà possibile un’accelerazione sulla digitalizzazione di imprese e PA e soprattutto quella svolta culturale che rappresenta il vero ostacolo sul cammino italiano”. Andrea Rangone, ceo di Digital360 dal palco inaugurale della 29ma edizione del Forum PA lancia un chiaro messaggio al governo in via di formazione e stressa l’attenzione sulla necessità di una strategia mirata.

Nel citare i dati del nuovo Desi, che vede l’Italia stagnante in 25ma posizione Rangone ci tiene a sottolineare che “il ritardo della PA fa il paio con quello delle imprese” e che anzi “le imprese stanno facendo addirittura peggio a giudicare dagli indici presi in esame”. Se l’Italia resta al 19mo posto per quel che riguarda i servizi innovativi ai cittadini, scende al 20mo – perdendo una posizione quest’anno – in quanto ad efficacia dei servizi sul fronte imprese. “E’ una situazione impietosa –sottolinea Rangone – ed è evidente che il ritardo digitale è dunque trasversale”.

Il problema vero – evidenzia il ceo di Digital360 è di “determinazione politica”, di “reale committment politico”. “In un paese come il nostro la cultura digitale è scarsa a tutti i livelli e solo il focus politico può accelerare i fenomeni. Si pensi al Piano industria 4.0: il focus su questo progetto ha consentito di diffondere la cultura sul tema della nuova industria digitalizzata anche perché quando un tema diventa politica ottiene la necessaria attenzione mediatica che poi consente di fare cultura vera sul digitale”.

Rangone sostiene inoltre che è tempo di “coraggio”:  “ Serve il coraggio di innovare, di mettere in priorità l’innovazione e trovare gli investimenti per farlo e anche per prendere decisioni discontinue”. Fra le soluzioni anche quella dello switch off: “Può aiutare ed è addirittura fondamentale in molti casi, si pensi alla fatturazione elettronica della  PA in cui lo switch off ha consentito di passare all’azione e di trasformare il nostro Paese in un’eccellenza a livello internazionale”.

Determinante, secondo Rangone, il ruolo delle imprese: “Come Digital360 non stiamo certo a guardare e anzi vogliamo fare anche noi qualcosa nel nostro piccolo”. “A inizio anno – ricorda il manager –  abbiamo lanciato la campagna #innovationfirst (che ha visto in campo anche Corcom, ndr) alla quale hanno partecipato centinaia fra manager, esperti e rappresentanti delle istituzioni. Ora vogliamo sintetizzare tutto questo in un Libro Bianco da presentare al governo e che sarà frutto anche del lavoro della tre giorni di Forum PA”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Approfondimenti

F
forumpa
R
rangone

Articolo 1 di 5