SUPER BONUS

Apple, alla leader degli store “buonentrata” da 68 mln di dollari

Angela Ahrendts è operativa da una settimana come responsabile dei negozi della Mela. L’azienda le ha riconosciuto un bonus di 113mila azioni, pari a 50 milioni di euro

07 Mag 2014

L.M.

Apple dà un benvenuto milionario alla nuova responsabile degli store, Angela Ahrendts, ex ceo di Burberry, riconoscendole appena arrivata un premio di oltre 113 mila azioni del gruppo il cui valore è calcolato in 68 milioni di dollari, ovvero circa 50 milioni di euro.

La Ahrendts, già prima donna col più alto salario della City, ha annunciato l’addio a Burberry a ottobre scorso dopo otto anni alla guida del marchio britannico campione di export.

Contestualmente la Apple ha annunciato che la Ahrendts sarebbe entrata nel suo organico ricoprendo una posizione creata ex novo, come senior vice president e membro dell’executive team, per la supervisione dei negozi della Mela, compresi gli store online.

Da questa settimana la top manager è operativa ed è direttrice dei negozi (423 in tutto) e responsabile retail sul web. È chiaro che l’azienda di Cupertino punta molto sulla 53enne americana. Il cospicuo benvenuto è un incentivo, distribuito nei prossimi quattro anni e al raggiungimento di determinati obiettivi, ma sicuramente è bonus record con pochi precedenti. Inoltre di solito i bonus si ricevono alla fine, dopo un anno di buoni risultati o anche al termine di una carriera.

Ahrendts è stata la prima donna a ricevere il più alto salario per un amministratore delegato in Gran Bretagna: 17 milioni di sterline (20 milioni di euro) l’anno. È stata la lauta ricompensa per essere riuscita a triplicare in otto anni il fatturato della Burberry e rivitalizzare un brand che pareva avere esaurito il suo fascino. Alla Apple ci si aspetta che ottenga risultati analoghi, in particolare usando la sua conoscenza di marketing e fashion per rendere più popolari i wearable, come gli occhiali Apple Glass e gli orologi, trasformandoli in accessori alla moda.

La sua esperienza nel campo del fashion si unirà a quella di Paul Deneve che da ceo di Yves Saint Laurent si è unito a Apple per ”progetti speciali” non specificati e a quella di Mickey Drexler, presidente e amministratore delegato del gruppo di scarpe e abbigliamento J Crew che fa parte del board della Mela.