Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

L'INIZIATIVA

Assist alle startup, in palio 150mila euro con il Premio Manfredo Manfredi

Prima edizione del riconoscimento promosso dalla famiglia dello storico manager della Barilla e da PoliHub. Le candidature devono essere inviate entro il 15 novembre 2019

16 Mag 2019

L. O.

Tre premi da 50.000 euro per altrettanti progetti imprenditoriali hi-tech in grado di creare nuovi posti di lavoro e di far crescere l’ecosistema nazionale dell’innovazione. Si tratta della prima edizione del Premio Manfredo Manfredi, promosso dalla famiglia Manfredi e da PoliHub, l’incubatore del Politecnico di Milano, per contribuire al rinnovamento del tessuto industriale nazionale offrendo a giovani imprenditori le prime risorse economiche necessarie a mettersi in gioco.

Il Premio è intitolato alla memoria dello storico manager del gruppo Barilla che a partire dagli anni ’50 e fino al 2013 contribuì allo sviluppo dell’azienda.

I progetti imprenditoriali dovranno configurarsi come “early stage”, cioè essere startup non ancora costituite, o fondate non prima dell’1 gennaio 2018, non ancora finanziate da alcun tipo di investitore professionale o istituzionale e capaci di utilizzare in modo distintivo le nuove tecnologie. Le candidature devono pervenire entro il 15 novembre 2019.

Il riconoscimento destinerà un premio in denaro – 150.000 euro, cioè 50.000 per ogni vincitore, di cui 30.000 sotto forma di grant e un equivalente di 20.000 in servizi di incubazione – a tre tra le migliori iniziative imprenditoriali hi-tech incubate in PoliHub. Le startup verranno individuate attraverso le call4ideas e i canali di accesso attivati negli ultimi due anni solari dall’incubatore  (www.polihub.it, dove si trova anche il regolamento completo).

“Il Premio Manfredo Manfredi – commenta Stefano Mainetti, ceo di PoliHub – vuole aiutare giovani e promettenti imprenditori a muovere il primo passo nell’avvio della propria azienda,  creare nuovi posti di lavoro che non sono aggredibili dalla robotica e dall’intelligenza artificiale perché si basano proprio su queste competenze e contribuire allo sviluppo dell’ecosistema italiano dell’innovazione, in particolare a Milano e al Politecnico, con la speranza che possa aprire la strada ad iniziative simili in Italia, come succede già da tempo nei paesi anglosassoni”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 4