IL COMMENTO

Bacci (Edenred Italia): “I buoni pasto elettronici driver della digitalizzazione”

L’IT manager dell’inventore dei Ticket Restaurant commenta i risultati dell’Osservatorio Mobile Payment & Commerce del Polimi: “Necessario incentivare sistemi di e-payment contactless e Mobile Proximity”

19 Feb 2016

Andrea Frollà

“L’innalzamento del valore esentasse dei buoni pasto elettronici, passati da 5,29 a 7 euro, dal 1 luglio 2015, ha permesso una crescita significativa dei volumi derivanti dall’utilizzo di card elettroniche e da soluzioni mobile”. Antonio Bacci, IT manager di Edenred Italia, società che ha inventato i Ticket Restaurant e che sviluppa soluzioni per il welfare aziendale, spiega così uno dei trend recenti dell’e-payment. L’andamento del settore è stato oggetto della tavola rotonda cui ha partecipato Bacci, organizzata per la presentazione dei dati 2016 dell’Osservatorio Mobile Payment & Commerce del Politecnico di Milano.

“Con la crescita dei buoni pasto elettronici – continua il manager – sicuramente si contribuirà alla digitalizzazione della rete degli esercenti. Oggi assistiamo al continuo sviluppo di nuove app, di sistemi contactless e di Mobile Proximity Payment che sempre più dovranno essere incentivati per consentire al nostro Paese di stare al passo degli altri stati europei”.

FORUM PA 6- 11 luglio
Innovazione e trasformazione digitale per la resilienza. Scopri il nuovo FORUM PA digitale
CIO
Dematerializzazione

Rispetto alla modalità di pagamento nei negozi, il transato dei Contactless payment e Mobile Pos si attesta rispettivamente sui 700 milioni (3% del totale) e 500 milioni (2%) di euro. L’infrastruttura contactless, balzata nelle ultime ore agli onori della cronaca per una nuova truffa hi-tech dei ladri, è pronta a supportare la crescita, con le carte e Point of Sales abilitati che sono raddoppiati tra 2014 e 2015.

A riguardo, Giulio Siniscalco, direttore Network di Edenred Italia, ha dichiarato: “La nostra rete di terminali elettronici si estende del 30% all’anno e ha raggiunto circa 35mila POS capaci di accettare anche il pagamento tramite carta di debito, credito o bancomat. Si tratta oggi della rete di accettazione più diffusa del mercato”. Anche se i risultati dell’Osservatorio hanno dimostrato che ci sono in atto cambiamenti significativi, sottolinea Siniscalco, “l’Italia si dimostra ancora una volta legata al contante, con il 50% delle transazioni effettuate con soldi in carta”.