Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

LE DICHIARAZIONI

Bt: “Nessuno spin-off per Global Services”

Risposta alle pressioni di alcuni azionisti che vorrebbero il demerger per la divisione di Bt che ha i margini più bassi e il cui business di outsourcing It è considerato non-core: “Global Services sta migliorando, nessuna vendita”

17 Nov 2014

Patrizia Licata

British Telecom non venderà la sua filiale dell’outsourcing It Bt Global Services nonostante le pressioni che arrivano da diversi azionisti che vorrebbero lo spin-off della divisione.

Secondo quanto riporta il quotidiano britannico Telegraph, il management di Bt avrebbe analizzato di recente la possibilità di vendere Global Services, un’operazione che avrebbe potuto fruttare circa 10 miliardi di sterline, ma ieri il gruppo britannico ha voluto chiarire che la conclusione è che non ci sarà alcuna vendita e che Global Services continua ad essere considerata un asset di valore. Un portavoce del gruppo britannico ha dichiarando formalmente: “Bt non ha nessun progetto per vendere la divisione Global Services. Questa è una parte del nostro business che è molto migliorata e siamo soddisfatti dei progressi che stiamo facendo”.

Alcuni dei principali azionisti di Bt vedevano con favore l’uscita del gruppo dal mercato dell’outsourcing It. Global Services viene considerata come un’attività non-core che pesa negativamente sulle prestazioni di Bt e sul suo business principale, e in crescita, di vendita di servizi sulla rete telecom in Gran Bretagna. “Ci interroghiamo da tempo sul futuro di Global Services“, dichiara un azionista al Tepegraph. “Noi saremmo favorevoli a un demerger”.

Global Services eroga grandi progetti e servizi It per governi e aziende in oltre 170 Paesi, ma per Bt è sempre stata una spina nel fianco. Fondata 20 anni fa tramite una fusione di precedenti divisioni di Bt e rafforzata con una serie di acquisizioni a inizio anni 2000 sotto l’ex Ceo of Ben Verwaayen, la rapida espansione di Global Services si è dimostrata disastrosa e ha portato a due profit warning che nel 2009 hanno fatto crollare le azioni di Bt.

Negli ultimi cinque anni Bt ha cercato di riorganizzare e rendere più efficiente Global Services snellendola e ottimizzandone i costi. Nell’ultimo trimestre la divisione ha riportato un calo del 5% nelle vendite a 1,65 miliardi di sterline, ma anche un aumento del 2% nell’Ebitda, a 226 milioni. Global Services resta la filiale di Bt con i margini più bassi ma alcuni azionisti meno favorevoli allo spin-off fanno notare che anche il demerger ha il suo controaltare, perché ci sono importanti intrecci tra le attività di questa divisione e altre parti di Bt, specialmente sul mercato domestico.

Articolo 1 di 5