Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

LA VERTENZA

Call center, salvi gli 800 lavoratori della commessa Enel

Gli addetti che passeranno alla Rti SH-Sdc a causa del cambio di appalto manterranno profili orari, livelli, scatti di anzianità, articolo 18 e anzianità convenzionale. Garanzie anche per chi opera in somministrazione

11 Set 2019

F. Me

Salvi gli 800 operatori di call center della commessa Enel. Lo annuncia una nota unitaria delle segreterie nazionali Slc, Fistel e Uilcom. “A seguito della assegnazione della commessa Enel alla Rti SH-Sdc, si è svolto oggi l’incontro, richiesto dalle segreterie nazionali di Slc Cgil, Fistel Cisl e Uilcom Uil, al termine del quale si è raggiunto un accordo che ha garantito la piena applicazione della clausola sociale per 832 lavoratori, di cui 183 Pistoia e 220 Locri (Call&Call) e 429 Taranto (Teleperformance)”, spiegano i sindacati.

“I lavoratori impattati dal cambio di appalto grazie a questo importante accordo manterranno profili orari, livelli, scatti di anzianità, art.18, anzianità convenzionale. Attraverso l’accordo sottoscritto – prosegue la nota – sarà garantita continuità occupazionale anche ai lavoratori con contratto in somministrazione e a tempo determinato, che saranno contrattualizzati direttamente con le società System House ed System Data Center.”

“Le organizzazioni sindacali esprimono grande soddisfazione per l’importante traguardo raggiunto, grazie alla piena applicazione della clausola sociale, che si conferma un’importante conquista sindacale per le lavoratrici ed i lavoratori del settore” concludono i sindacati.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Aziende

E
enel

Approfondimenti

C
call center
F
fistel
S
slc
U
uilcom

Articolo 1 di 3