Canone Rai, l'Agenzia delle entrate: "Incassi sopra i 2 miliardi" - CorCom

TELEVISIONE

Canone Rai, l’Agenzia delle entrate: “Incassi sopra i 2 miliardi”

Il direttore Rossella Orlandi in audizione alla commissione Anagrafe tributaria: “Le imprese elettriche hanno già riversato gli importi, che a fine ottobre ammontavano a 1.850 milioni di euro”. Gettito superiore di 300 milioni rispetto allo scorso anno, nonostante l’imposta sia diminuita

21 Dic 2016

A.S.

Il primo anno del “nuovo corso” del canone Rai, quello cioè con l’imposta addebitata agli utenti sulla bolletta elettrica, frutterà incassi superiori ai due miliardi di euro. A confermarlo è Rossella Orlandi, direttore dell’Agenzia delle entrate, ascoltata oggi in audizione alla commissione Anagrafe tributaria della Camera.

“Le imprese elettriche hanno già riversato fino a novembre, con gli incassi fino al mese di ottobre, circa 1.850 milioni di euro – afferma Orlandi – e, dalle informazioni acquisite per le vie brevi dalle imprese elettriche maggiori, si può stimare un incasso complessivo entro il 31 dicembre 2016 di oltre 2.000 milioni di euro, fermo restando che eventuali riversamenti riferiti al canone 2016, in caso di pagamento tardivo delle fatture da parte degli utenti, potranno essere effettuati anche nel 2017″.

A prospettare un incasso superiore ai due miliardi era stato a fine novembre il sottosegretario alle Comunicazioni Antonello Giacomelli, parlando di un “risultato superiore alle migliori previsioni“, nonostante il Canone Rai, da quest’anno inserito nella bolletta elettrica per un importo di 100 euro, sia stato ritoccato al ribasso rispetto ai 113,50 euro dello scorso anno.

Nelle previsioni iniziali della Rai l’incasso finale avrebbe dovuto attestarsi per l’azienda attorno a 1,861 miliardi di euro, quindi il miliardo e 700 milioni circa incassato in media negli anni scorsi più un extra gettito, che ammonta alla metà del totale delle maggiori entrate, che si avviano ormai a superare ampiamente i 300 milioni di euro.