Cloud e digitale le leve di Italgas per affrontare il futuro - CorCom

STRATEGIE

Cloud e digitale le leve di Italgas per affrontare il futuro

Nonostante la crisi da Covid-19 il gruppo guidato da Paolo Gallo stima ricavi oer oltre 1,3 miliardi e un Ebitda tra 960 e 980 milioni. Gli investimenti supereranno i 700 milioni

11 Giu 2020

Domenico Aliperto

Italgas crescerà persino nell’anno dell’emergenza coronavirus, e il merito è (anche) delle tecnologie digitali. A sottolinearlo è la stessa azienda all’interno di una nota che esamina l’andamento previsto della gestione nel 2020 e gli impatti attesi sull’attività dall’emergenza Covid-19. “Grazie all’utilizzo del cloud e alla disponibilità di strumenti digitali per tutto il personale”, il gruppo “ha limitato la mobilità delle risorse umane e adottato la modalità di lavoro ‘smart’ su tutto il territorio garantendo la salute e la sicurezza delle proprie persone. Le performance registrate negli ultimi mesi e la rapidità con cui la quasi totalità dei cantieri di costruzione delle reti ha ripreso le proprie attività dimostrano la capacità della società di reagire utilizzando tutte le nuove tecnologie sviluppate dalla Digital Factory”, ha precisato l’azienda guidata da Paolo Gallo.

I risultati attesi nell’esercizio 2020

Tutti i numeri sono dunque previsti in crescita rispetto al 2019. Nel dettaglio, i ricavi sono stimati oltre 1,3 miliardi, l’Ebitda tra 960 e 980 milioni, l’Ebit tra 530 e 550 milioni e gli investimenti superiori a 700 milioni. Ciò a fronte di un debito finanziario netto di circa 4,5 miliardi e un leverage del 60%. L’esercizio precedente si era chiuso con ricavi a 1,257 miliardi, un mol adjusted di 907,5 milioni, un Ebit adjusted di 516 milioni e un utile netto adjusted di 345 milioni a fronte di investimenti per 740 milioni e di una posizione finanziaria netta di 4,41 miliardi.

WHITEPAPER
Costruire agilità in modo rapido per la tua azienda: 5 passi essenziali
Digital Transformation
Storage

Nella prima parte del 2020, comunica l’azienda, sono stati inoltre conseguiti “una serie di obiettivi rilevanti“. Italgas è risultata assegnataria della gara Atem di Belluno, che equivale a una crescita nell’immediato di circa 40 mila Pdr serviti più altri 38 mila in prospettiva. L’azienda è stata poi inserita nella shortlist dei candidati alla gara internazionale per l’acquisto di Depa Infrastructure, la società greca cui fa capo l’attività di distribuzione del gas naturale nel Paese e ha rilevato da Aeg Coop il 15% della società Reti Distribuzione che opera in 49 Comuni del Piemonte, prevalentemente a Ivrea e nei territori limitrofi. Infine Italgas ha visto confermare dall’agenzia Fitch il proprio merito di credito, nonostante quello sovrano dell’Italia sia stato declassato.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 4