Confrontastipendio si rinnova: focus su e-commerce e mobile - CorCom

LAVORO

Confrontastipendio si rinnova: focus su e-commerce e mobile

Il Gruppo Digital360 rilancia sul tool online per le buste paga con user experience e grafica rinnovate. Ampliato il database delle professioni coperte, con schede dettagliate e info sulle retribuzioni delle professioni del futuro

03 Ott 2016

Andrea Frollà

Nuova grafica, user experience ancor più intuitiva e maggiore copertura delle professioni, specialmente di quelle legate al digitale. A poco più di 6 mesi dal lancio di Confrontastipendio, tool interattivo e gratuito per confrontare le retribuzioni delle professioni digitali online, Digital360 rilancia sulla trasparenza delle buste paga. Il portale interattivo è nato per permettere a chi si occupa di digitale nell’IT, nel marketing e nell’e- commerce di confrontare il proprio stipendio con quello di altri che svolgono attività analoghe. Ma anche per supportare i responsabili delle divisioni HR nella corretta comprensione dei livelli di stipendio più adatti ad alcune professionalità.

La nuova veste di Confronstastipendio punta su un database ampliato da 65 a 130 professionalità, con l’introduzione di figure professionali digitali come il live chat specialist. Particolare attenzione è stata dedicata all’e-commerce: si potranno trovare numerose info su lavori come l’e-commerce demand manager, l’analytics and performance specialist e l’e-commerce key account manager.

WHITEPAPER
La voce dei CIO: come implementare un nuovo modello di business che prevede maggiore integrazione?
CIO

La versione 2.0 di Confrontastipendio punta anche su una migliore copertura nelle professionalità orientate al mobile, che costituisce uno dei trend tecnologici più interessanti dei prossimi decenni. A disposizione quindi livelli di stipendio e schede dettagliate sui chief digital officer, sui mobile manager o ancora sui multichannel manager. Tratto distintivo della piattaforma di confronto è la presenza di una descrizione dettagliata per ogni job title, che consente di sapere con esattezza info importanti come le mansioni svolte e la retribuzione media.

La situazione complessiva delle retribuzioni nel mondo digitale si presenta infatti ancora poco chiara e molto eterogenea. Dallo stesso tool emerge che, analizzando i livelli medi tra uomini e donne, c’è una differenza anche nel digitale, con i primi che ricevono in media quasi un 6% in più delle loro colleghe. Un Cio di una grande impresa, per fare un esempio, guadagna in media quasi 110.000 €/anno, un digital marketing manager si assesta sui 70.000 €/anno, ma può arrivare anche a superare i 90.000. E in linea di massima, profili simili guadagnano quasi un 10% in più se operano in aziende con oltre 750 milioni € di fatturato.