Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

BILANCI

Microsoft batte le attese spinta dal cloud

Utili e ricavi in calo, ma comunque migliori delle stime degli analisti. Ricavi dalla nuvola a quota 6,3 miliardi, bene i nuovi Surface (+29%) mentre il fatturato da telefoni crolla del 49%

29 Gen 2016

Andrea Frollà

Utili e ricavi in calo, ma sopra le stime grazie al cloud. Si potrebbero riassumere così i dati trimestrali diffusi da Microsoft che sembra intravedere i primi frutti dalla cura Nadella, al timone della compagnia dall’estate 2014. Nei tre mesi chiusi l’ultimo giorno del 2015 il gruppo informatico ha registrato utili in calo del 14%, passando dai 5,86 miliardi di dollari dello stesso trimestre 2014 ai 5 miliardi attuali.

I profitti per azione sono passati a 62 centesimi da 71 centesimi, anche se al netto di voci straordinarie il dato è cresciuto da 70 a 78 centesimi, quindi più di quanto avessero previsto gli analisti (71 centesimi). Anche i ricavi sono scesi a doppia cifra (-10%) registrando 23,8 miliardi, ma includendo quelli da registrare si arriva ai 25,7: un altro dato oltre le previsioni che si erano fermate a 25,26 miliardi. Il simbolo di Microsoft Azure, la piattaforma Cloud della compagnia informatica

Microsoft, che da due trimestri finanziari fornisce i dati relativi a 3 divisioni operative, due in meno rispetto a quanto facesse prima, ha reso noto che i ricavi dalle attività cloud, messe sotto l’etichetta “Intelligent Cloud“, sono aumentati del 5% toccando i 6,3 miliardi (+11% al netto di fluttuazioni valutarie).

“Ovunque le aziende stanno usando Microsoft Cloud come la loro piattaforma digitale per promuovere i loro ambiziosi programmi – commenta in un comunicato l’amministratore delegato Satya Nadella -. Le aziende stanno anche usando Windows 10 e questo ne spingerà l’utilizzo oltre i 200 milioni di dispositivi attivi“.Satya Nadella, ceo di Microsoft

Calo contenuto nella divisione “More Personal Computing” (licenze Windows, prodotti come telefoni, Surface, console Xbox e ricerca web) dove le revenue sono calate del 5% a 12,7 miliardi di dollari (-2% a cambi costanti). In particolare, contrazione del 49% per gli introiti da telefoni, riflesso del cambio di strategia annunciato nel luglio 2015, mentre il lancio del tablet ibrido Surface Pro 4 e del laptop Surface Book ha permesso un +29% delle vendite dei prodotti a marchio Surface. Record per il numero di utenti Xbox Live attivi mensilmente: 48 milioni di persone, con un aumento del 30% rispetto al trimestre ottobre-dicembre 2014.

Infine, i ricavi della divisione “Productivity and Business Processes“, la seconda del gruppo per giro d’affari che include anche Office, sono calati a 6,7 miliardi (-2%), ma se si esclude il cambio sfavorevole sono saliti del 5%. La compagnia ha anche aggiornato il dato degli abbonati a Office 365, che attualmente sono 20,6 milioni.

Articolo 1 di 5