L'INTERVENTO

Pisano: “Il cloud è fondamentale. L’Italia deve trovare la sua indipendenza”

In occasione della prima giornata di Forum PA il ministro dell’Innovazione evidenzia che “per l’80% le risorse in uso nel nostro Paese sono extra-Ue. È un tema che va affrontato subito anche se complesso”

06 Lug 2020

Mila Fiordalisi

Direttore

Il cloud è importantissimo perché rende i servizi più efficienti e più sicuri” ma “ci approvvigioniamo per l’80% di risorse extra Ue. È un tema che va affrontato subito anche se è complesso“: lo ha detto il ministro dell’Innovazione Paola Pisano intervenendo alla prima giornata di Forum PA.

Secondo la ministra “il cloud è importante per una politica del Paese: dobbiamo iniziare ad avere queste competenze all’interno del Paese perché altrimenti non saremmo mai un paese libero”.Il tema del cloud è molto caro alla ministra: già avviato da alcuni mesi un gruppo di lavoro, con la presidenza del Consiglio, il Mef, il Mise, il ministero della Difesa, il ministero degli Interni per favorire l’adozione di un cloud italiano da parte delle pubbliche amministrazioni. Ed è allo studio anche una strategia per mettere in sicurezza i servizi critici dal rischio geopolitico. “Investire per avere un cloud in Italia, che si federa e livello europeo, è l’unica soluzione”, aveva detto il ministro in occasione – a novembre scorso – di un’audizione in commissione Semplificazione. E a febbraio è stata anche annunciata una joint venture tra lo Stato e i privati, sul modello dell’Inghilterra, per gestire il cloud nazionale per i dati strategici della Pubblica amministrazione. Si tratterà di un soggetto europeo e il partner, che avrà una quota di minoranza, sarà selezionato con una gara pubblica.

WEBINAR
DataOps, Cloud e AI: un approfondimento con gli esperti
Cloud
Hybrid cloud

A Forum PA la ministra Pisano ha anche acceso i riflettori sull’importanza della connettività: “La connettività deve essere per tutti, deve essere sicura e deve essere capace di sostenere i servizi che cittadini ci chiedono. Durante il lockdown la rete ha retto bene, la connettività c’è stata ma è stata a macchia di leopardo”.

La ministra ha colto l’occasione dell’evento Digital360 per ricordare che da una settimana è possibile accedere al bonus vacanze attraverso una app dedicata: “Dal momento in cui il cittadino richiede il bonus al momento in cui avviene l’accredito sul conto corrente passa meno di un minuto”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Personaggi

P
Paola Pisano

Approfondimenti

B
banda ultralarga
C
Cloud
F
forumpa2020

Articolo 1 di 4