Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

MEDIA

Sky lancia il “super decoder”, guanto di sfida a Netflix

Presentato a Londra, Sky Q permetterà la connessione di 5 device contemporaneamente. Telecomando touchpad, mini decoder wireless e hard disk da 2 Tb. Il debutto in Italia previsto nel 2017

19 Nov 2015

Andrea Frollà

Un tv on-demand sempre più a misura del cliente. Già da tempo Sky ha iniziato a puntare sulla personalizzazione dei contenuti da parte degli utenti e sull’offerta di una visione di film, serie tv e programmi sportivi “multi-tasking” e il nuovo servizio presentato ieri a Londra dal gruppo si avvicina molto al modello Netflix.

Tutto ruoterà attorno al nuovo decoder Sky Q che, oltre ad avere un’interfaccia in grado di aggiornarsi sulla base delle preferenze dei clienti e di fornir loro consigli, permetterà la visione di contenuti on-demand su più device contemporaneamente, decidendo quando e come godersi i programmi (stoppando e riprendendo in qualsiasi momento). Nello specifico, sarà possibile vedere i programmi su 5 dispositivi in contemporanea, al massimo 2 tablet e 3 tv, con la possibilità di effettuare 4 registrazioni in simultanea.

Un decoder già settato per le tv 4k e con una capacità di memoria da 2 terabyte. Mini decoder per portare Sky Q tramite wireless in altre stanze della casa e un telecomando touchpad. Non poteva mancare l’integrazione con Internet e infatti si potrà accedere ai contenuti di altri broadcaster o produttori come Disney e Fox, citati ieri, oltre a navigare sui social network direttamente tramite il decoder.

Bocche cucite sugli investimenti e sulle prospettive dei nuovi clienti che il servizio dovrebbe garantire nei prossimi due anni, quando da Uk e Irlanda verrà esteso in Germania e in Italia, probabilmente nel 2017. Il ceo di Sky Jeremy Darroch ha parlato di “inizio di un nuovo viaggio” ed è chiaro che con Sky Q il gruppo ha dichiarato ufficialmente una sfida ai competitor, soprattutto Netflix, a colpi di innovazione.

Nella giornata di oggi Sky ha anche annunciato novità per la concessionaria pubblicitaria, Sky Media. Verrà infatti creato un nuovo sales team internazionale, che lavorerà con i più importanti brand europei per sviluppare campagne da lanciare su grande scala nei tutti i territori europei in cui opera Sky.

Articolo 1 di 3