Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

SOCIAL

Commissione Ue, Mogherini sul podio per tweet e follower

Social network: lady Pesc è seconda per “cinguettii” dietro Kristalina Georgieva (Cooperazione), e terza per “seguaci” dopo il francese Pierre Moscovici, super commissario all’Economia. Snobbano Facebook i due nuovi commissari per l’Europa digitale, Günther Oettinger e Andrus Ansip

22 Set 2014

L.M.

Federica Mogherini, Alto rappresentante dell’Unione europea per gli Affari esteri e la politica di Sicurezza, è seconda per livello di attività e terza per numero di follower su Twitter rispetto agli altri colleghi europei: è uno dei dati che emerge da un’analisi sulla “Commissione Europea alla prova di Facebook e Twitter” effettuata su dati raccolti dal 15 al 20 settembre da IlSocialPolitico.it, magazine che indaga sull’attività 2.0 di politica, istituzioni, influencer e fenomeni sociali.

Tra gli altri dati rilevanti c’è l’assenza da Facebook dei due nuovi commissari per l’Europa digitale: Günther Oettinger, commissario all’Economia e alla Società Digitali, ha scelto di snobbare del tutto il social network, mentre Andrus Ansip, super-commissario al Mercato Unico Digitale, che figura dunque tra i 7 vice-presidenti dell’esecutivo, ha solo fanpage con soli 508 mi piace e una persona che ne parla.

Eppure la nuova commissione europea è stata presentata ufficialmente proprio attraverso un social network, ovvero mediante un tweet, sotto l’hashtagh #teamjunkereu. Così Jean Claude Junker, qualche giorno fa, ha reso pubblica la squadra del nuovo governo di cui è a capo: sono 28 i volti dei commissari europei, distribuiti soprattutto tra i popolari ed i socialisti. Federica Mogherini, oltre a vestire i panni di Lady Pesc, avrà anche l’incarico di vicepresidente insieme all’olandese Frans Timmermans.

Facebook

Sul social network più diffuso al mondo IlSocialPolitico.it ha analizzato i nuovi commissari Ue misurandoli in base al loro livello di popolarità (numero “mi piace”) e di interazione (ne parlano). I super ministri europei sembrano presenziare bene Facebook: su 28 commissari 25 hanno aperto un profilo personale.

Tra chi ha scelto di non posizionarsi su questo social spicca il nome di Gunter Oettinger. Oltre a lui mancano all’appello Johannes Hahn (Allargamento delle Politiche di vicinato) e Jonathan Hill (responsabile Stabilità finanziaria, servizi e mercati). Sembra snobbare Facebook anche chi non dovrebbe: Andrus Ansip, responsabile dell’Agenda Digitale, ha una piccola fanpage.

Il Commissario europeo più popolare su Facebook è l’olandese Frans Timmermans, responsabile per la sicurezza. La sua fanpage raccoglie un totale di 199.448 mi piace e 38.504 ne parlano. Per quanto riguarda invece la capacità di attrarre commenti, suscitare dibattito e coinvolgere i propri fan abbiamo classificato i ministri europei in base all’indice “ne parlano”. È ancora una volta Frans Timmermans il numero uno: il commissario olandese con 38.504 persone “che ne parlano” risulta il più coinvolgente e interattivo.

Dopo il laburista Frans Timmermans, troviamo la bulgara Kristalina Georgieva, responsabile Bilancio e risorse umane, capace di calamitare sulla sua fanpage 79.562 mi piace e 25.707 persone che ne parlano. Terza classificata per popolarità la danese Margrethe Vestager, commissario europeo alla Concorrenza (41.596 “Mi piace” e 307 Persone che ne parlano). La nostra Federica Mogherini è riuscita ad attirare 1720 mi piace 1720 Persone che ne parlano.

Ecco come si posizionano gli altri commissari europei: Pierre Moscovici (23168 mi piace, 1.420 ne parlano ); Cecilia Malmström (7410 mi piace e 547 ne parlano); Elzbieta Bienkowska ( 3488 mi piace, 138 ne parlano; Marianne Thyssen (2074 mi piace, 991 ne parlano), Phil Hogan (3797 mi piace, 104 ne parlano), Jyrki Katainen (7704 Mi piace, 105 ne parlano), Karmenu Vella (6110 mi piace, 196 ne parlano), Věra Jourová (1193 mi piace e 153 ne parlano), Corina Cretu (12523 mi piace e 6850 ne parlano), Maroš Šefčovič (4180 mi piace e 473 ne parlano) Alenka Bratušek (12839 mi piace e 871 ne parlano), Christos Stylianides (4990 mi piace e 201 ne parlano). I commissari Neven Mimica (5ooo amici), Vytenis Andriukaitis (1.014 amici) e Carlos Moedas (1.076 amici) non hanno un fanpage professionale ma un più “semplice” pagina personale. C’è infine anche chi non ha un diario personale ma una pagina informativa creata da altri utenti (Miguel Arias Canete, Johannes Hahn Dimitris Avramopoulos, Valdis Dombrovskis e Tibor Navracsics).

Twitter

Su Twitter sono 24 i profili aperti dai componenti della Commissione Junker. Abbiamo classificato i ministri su tre diversi livelli: popolarità (numero follower), interazione (menzioni attive e following) e attività (numero Tweet). La palma del più popolare spetta al francese Pierre Moscovici, super commissario agli affari economici. Il leader del partito socialista francese può contare su ben 109.000 “seguaci”. Dopo di lui troviamo Margrethe Vestager con 63.900 follower. Al terzo posto si classifica Lady Pesc Mogherini con 61.000 follower. La Commissaria italiana è anche la seconda per livello di attività. Con 4.483 tweet rilasciati la Mogherini si piazza davanti a Margrethe Vestager, commissario alla Competizione (4.299 tweet rilasciati). La più attiva su Twitter è Kristalina Georgieva, bulgara, commissario europeo per la Cooperazione internazionale, con 5.450 tweet postati.

Per quanto riguarda la capacità di interagire con gli altri utenti di Twitter troviamo al primo posto Pierre Moscovici, che nei suoi ultimi 200 tweet ha effettuato 529 menzioni attive (sono 2.281 i following). La Mogherini si dimostra molto efficace su questo social: sono 340 le menzioni attive e 7.748 i profili seguiti. Terzo posto per Valdis Dombrovskis che ha postato 303 menzioni attive e segue 447 profili.

Il resto dei commissari se la cava cosi: Kristalina Georgieva (Tweet 5.450, Following 1.260, Andrus Ansip (Tweet 12, Following 44 , Follower 1.540); Cecilia Malmström (Tweet 3.264, Following 346 , Follower 24900); Tibor Navracsics ( tweet 283, following 244, follower 1.496); MarianneThyssen (Tweet 148, Following 73, Follower3716 Phil Hogan (Tweet 85, Following 290 , Follower 3.516); Johannes Hahn(Tweet 893, Following 973, Follower 5.455); Neven Mimica(Tweet 1.040; Following 363, Follower 3.332); Vytenis Andriukaitis (Tweet 106, following 76, follower 833); Karmenu Vella (Tweet 44, Following 296, Follower 1.552), Carlos Moedas (Tweet 54, Following 437, Follower 1.181); Věra Jourová (Tweet 15, Following 158 , Follower 801), Jyrki Katainen (Tweet 17, Following 68 , Follower 7.147); Corina Cretu (Tweet 15, Following 41, Follower 966); Maroš Šefčovič (Tweet 3.942, Following 417, Follower 7.423); Alenka Bratušek (Tweet 402, Following 139, Follower 2.802); Miguel Arias Canete (Tweet 119, Following 85 , Follower 19500).

Articolo 1 di 4