Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

STRATEGIE

Conti in rosso per BT, nuovo management per la svolta

Nel primo trimestre fiscale gli utili sono crollati del 51%. Il gruppo annuncia nuove nomine: il ceo di EE Marc Allera diventa Consumer Chief e Cathryn Ross guiderà gli affari regolamentari

28 Lug 2017

F.Me

Valzer di nomine in BT. Dopo la contrazione degli utili, registrata nel primo trimestre, determinata dalle spese legate allo scandalo contabile in Italia e dai ricavi piatti, la società conferma importanti cambi nel top management.
Marc Allera, ceo dell’operatore mobile EE, diventa Consumer Chief a partire da settembre in sostituzione di John Petter che dopo 13 anni lascia la compagnia. Dal prossimo anno EE e la unit Consumer verrano integrate per creare una nuova divisione.

BT ha inoltre confermato che il chief strategy officer, Sena Williams, è un procinto di lasciare il gruppo: al suo posto arriva Cathryn Ross, attuale ceo OfWat, il regolatore dell’acqua, che guiderà gli affari regolamentari dal prossimo gennaio.


La riorganizzazione arriva in un momento in cui BT prova a risollevarsi dallo scandalo contabile che ha visto protagonista la filiale italiana. Nel primo trimestre fiscale che si è chiuso a giugno, l’utile netto è diminuito del 51% a 2,9 pence mentre i profitti “pretax” sono scesi del 42% a 418 milioni di sterline. I ricavi sono aumentati dell’1% a 5,837 miliardi di sterline, guidati dall’attività della unit Consumer e dagli effetti valutari positivi. L’ebitda rettificato è sceso del 2% a 1,785 miliardi di sterline.

Per quanto riguarda la unit Consumer, le vendite sono aumentate del 7% da un anno fa a 1, 255 miliardi di sterline. I clienti a banda larga in fibra sono aumentati di 170.000 unità a 5,1 milioni. Gli abbonati TV sono aumentati di 8.000 unita rispetto a marzo attestandosi a 1.8 milioni.

I ricavi di EE sono aumentati del 4% a 1,291 miliardi di sterline e l’ebotda rettificato è salito del 19 % a 335 milioni. Global Services ha registrato una revenues piatti a 1, 244 miliardi di sterline e l’ebitda è sceso del 39% a 73 milioni di sterline.

Argomenti trattati

Approfondimenti

B
BT
E
ee
M
management