Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

LA CONFERENZA

Conto alla rovescia per il Legal Tech Forum, Bologna capitale delle app legali

Il 14 aprile presso l’Aula Giorgio Prodi si terrà la conferenza italiana sulle applicazioni hi-tech in ambito legale e sulla normativa in materia di innovazione

06 Apr 2016

An.F.

Torna a Bologna il Legal Tech Forum, la prima conferenza italiana dedicata alle tecnologie legali, organizzata da Kopjra con il supporto di EIT Digital e TIM #Wcap Accelerator. Dopo il successo della passata edizione, l’evento ospitato nel capoluogo emiliano è pronto a raccontare la complessità e il fascino di questo mondo, creando un’occasione di reciproca conoscenza e confronto tra startup, professionisti legali, imprese e istituzioni, dando vita a progetti e percorsi comuni.

Si tratta di un tema particolarmente caldo, come dimostrano i dati del settore delle tecnologie legali e del diritto delle nuove tecnologie: nel 2015 il mercato italiano ha superato i 100 milioni crescendo dell’8,1% rispetto al 2014. Una dinamicità che ha spinto verso la creazione di un evento volto a dare risalto ai protagonisti di questa inarrestabile evoluzione di un ambito professionale considerato, a torto, fra i più refrattari al cambiamento e all’innovazione.

La seconda edizione di Legal Tech Forum si terrà a Bologna il 14 aprile presso l’Aula Giorgio Prodi, uno spazio di grande valore storico e artistico situato nella prestigiosa cornice del complesso di San Giovanni in Monte. Relatori di grande spessore che affronteranno i temi di maggiore attualità e interesse, dibattuti nel vasto e peculiare settore delle tecnologie legali e del diritto delle nuove tecnologie.

Tra riconferme e numerose nuove partecipazioni, ci saranno Bird & Bird, Cisco, Cleary Gottlieb, CRC Lex, DLA Piper, E-Lex, Gianni Origoni, Grippo, Cappelli & Partners, Google, Hogan Lovells, IBM, ICT Legal Consulting, Gruppo Mediaset, MPSLAW, Osborne Clarke, Portolano Cavallo, Studio Previti, TIM e Università di Bologna.

L’appuntamento di Bologna sarà un ulteriore passo per raggiungere l’obiettivo di consolidamento del network di Legal Tech Forum, esplorando le diverse aree tematiche delle tecnologie legali. L’ambizione è di allargare gli orizzonti dell’evento oltre i confini emiliani, coprendo nei prossimi anni tutte le principali città europee che hanno dimostrato interesse nei confronti di tali argomenti.

Un progetto solido che mira anche a fornire spunti importanti alle istituzioni pubbliche. Si sente infatti la necessità di un sistema di regole trasparente, efficace e in grado di concorrere a livello internazionale. Senza dimenticare che il mondo delle tecnologie legali rappresenta oggi la migliore risposta all’esigenza sempre più urgente di trasparenza e legalità sul web.

Articolo 1 di 4