LA MOSTRA

Dal rame al metaverso: 150 di storia delle Tlc

A cura di Valtellina l’esposizione in corso a Bergamo fino al 20 novembre che mappa l’evoluzione del comparto attraverso una ricca collezione di oggetti, alcuni dei quali, particolarmente significativi, provenienti dall’archivio storico Tim di Torino

07 Nov 2022

Lorenzo Forlani

mostra

E’ stata inaugurata oggi, presso lo spazio Daste, a Bergamo, la mostra “Dal Rame al Metaverso”, dedicata alla storia delle telecomunicazioni. La mostra nasce sulla base della lunga esperienza dell’azienda Valtellina nel settore: quest’anno, infatti, l’azienda di Gorle taglia il traguardo degli 85 anni di attività.

Gli scopi della mostra “Dal rame al metaverso”

Lo scopo della mostra “Dal Rame al metaverso“ è raccontare, sinteticamente e senza l’ambizione di esaurire l’argomento, un progresso che ha cambiato la vita di tutti. Come è stato ribadito dai vertici aziendali sempre durante l’evento inaugurale, a cui hanno presenziato personalità del mondo istituzionale, imprenditoriale e universitario, la mostra intende mostrare come dietro l’impiego dei moderni smartphone o computer, si celi un grande lavoro per costruire le reti di comunicazioni, aggiornarle e tenerle efficienti. Un impegno di ieri ma anche soprattutto di oggi, considerando che Valtellina opera attualmente con un organico di quasi 2000 addetti, dislocati in 28 sedi in Italia.

WHITEPAPER
Customer Data Platform: cos'è e perché apre una nuova era per i marketer
Big Data
CRM

Una luce sull’evoluzione delle tecnologie di telecomunicazione

Come è stato sottolineato dal Presidente Gianpietro Valtellina al momento del “taglio del nastro”, si tratta di una “proposta spiccatamente culturale ed educativa, che si rivolge in particolare ai giovani e agli studenti”. “Con appositi pannelli esplicativi e un repertorio mirato di materiali della storia del settore telefonico e telematico, i visitatori della mostra possono conoscere l’evoluzione delle tecnologie di telecomunicazione e l’importanza che esse hanno avuto nel progresso economico e sociale”, ha aggiunto Valtellina.

Grande contributo del Museo Storico Tim 

Alcuni dei materiali più significativi esposti alla mostra giungono dall’Archivio storico Tim di Torino, mentre altri fanno parte del patrimonio storico aziendale Valtellina. L’Archivio Storico Tim, il più grande in Italia e fra i maggiori archivi storici d’impresa europei, custodisce il patrimonio documentario delle aziende pubbliche e private che nel XX secolo hanno costruito il sistema delle telecomunicazioni. Collegato all’archivio, sempre nella stessa sede a Torino, opera il Museo Storico Tim, che detiene una ricca collezione di oggetti, alcuni dei quali, particolarmente significativi, sono stati inviati a Bergamo appositamente per questa mostra. La collaborazione fra Archivio storico Tim e Valtellina SpA in ambito culturale si è consolidata nel corso del tempo, generando anche specifiche pubblicazioni. La mostra è  aperta al pubblico (ingresso gratuito) fino al 20 novembre, tutti i giorni, presso lo spazio Daste (via Daste e Spalenga n.13), con orario 17,30- 20,30.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 4