Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

L'INIZIATIVA

Digital Day 2018, l’Europa spinge sulla cooperazione. Focus su AI, e-health e blockchain

Bruxelles chiama a raccolta istituzioni, industria e ricercatori per alzare l’asticella sull’innovazione made in Europe: parola d’ordine interoperabilità delle infrastrutture e scambio dati sicuro per mettere le tecnologie a fattor comune e aumentare la competitività. Al via il primo corridoio 5G per la mobilità connessa

09 Apr 2018

Patrizia Licata

giornalista

L’Unione europea unisce le forze sulle tecnologie chiave che determineranno la competitività economica del prossimo futuro: intelligenza artificiale, blockchain, e-health. Per questo la Commissione riunirà domani per il Digital Day 2018 i ministri e i rappresentanti dei paesi dell’Ue, dell’industria, del mondo accademico e della società civile e spingerà sulla cooperazione nei settori più innovativi; le discussioni si concentreranno su come gli sviluppi tecnologici daranno forma al futuro dell’Europa e su quanto siano fondamentali maggiori investimenti e competenze digitali per costruire un mercato unico digitale più forte. La Commissione ripropone l’iniziativa dopo il Digital Day 2017 che si era tenuto a Roma e chiede di alzare l’asticella della cooperazione nel digitale.

L’anno scorso l’incontro di Roma aveva permesso di avviare una serie di collaborazioni in settori quali il calcolo ad alte prestazioni, la mobilità connessa e la digitalizzazione dell’industria; nel frattempo Bruxelles ha portato avanti la costruzione del mercato unico digitale con iniziative quali l’abolizione delle tariffe di roaming e la portabilità dei contenuti online; il prossimo mese entreranno in vigore norme più severe in materia di protezione dei dati e la prima normativa a livello Ue sulla cybersicurezza. Su molte proposte tuttavia è ancora necessario trovare un accordo, sottolinea la Commissione in una nota. L’Europa deve progredire e, basandosi sul mercato unico digitale, aumentare gli investimenti e promuovere la cooperazione in settori chiave quali l’intelligenza artificiale, le tecnologie blockchain, la sanità elettronica e l’innovazione.

“I cittadini europei stanno iniziando a godere dei benefici concreti del mercato unico digitale”, ha dichiarato Andrus Ansip, Vicepresidente responsabile per il Mercato unico digitale. “Il Digital Day di quest’anno è il momento ideale per riconoscere ciò che abbiamo realizzato, ma anche per incoraggiare gli Stati membri a procedere rapidamente con le proposte legislative ancora in discussione. Abbiamo bisogno di preparare insieme il nostro futuro digitale e di fare di più, unendo forze e risorse, per cogliere le opportunità offerte da tecnologie quali intelligenza artificiale e blockchain“.

Per Mariya Gabriel, Commissaria responsabile per l’Economia e la società digitali, “La digitalizzazione sta trasformando la nostra società e l’unico modo per beneficiarne appieno è attraverso una stretta e fruttuosa collaborazione. Impegno e investimenti coordinati a livello Ue sono indispensabili per affrontare le sfide future. Mi aspetto che il Digital Day 2018 intensifichi la cooperazione digitale in Europa, incoraggio tutti gli Stati membri dell’Ue e le parti interessate a contribuire ai nostri sforzi affinché l’Europa resti protagonista sulla scena mondiale nell’era digitale”.

Sull’intelligenza artificiale la Commissione adotterà una comunicazione nelle prossime settimane, mentre sulle tecnologie blockchain, dopo l’Osservatorio lanciato a febbraio, verrà costruito un partenariato europeo in modo da evitare un approccio frammentario e promuovere infrastrutture interoperabili che aumenteranno i servizi digitali affidabili. Interoperabilità, cooperazione e protezione dei dati personali sono al centro anche delle inizitive sul’l’e-health e ancora una volta l’obiettivo ultimo è promuovere la leadership europea nella ricerca e nella competitività industriale.

L’innovazione verrà incoraggiata anche tramite un ulteriore potenziamento dello strumento Innovation Radar, che permette di abbinare gli innovatori a coloro che possono aiutarli a portare le loro innovazioni sul mercato.

Nel corso del Digital Day 2018 si parlerà anche di corridoi di prova transfrontalieri 5G a sostegno della mobilità connessa e automatizzata: una prima serie di corridoi di prova su larga scala è stata annunciata nel settembre 2017 e domani Spagna e Portogallo firmeranno un memorandum d’intesa che dà il via alla loro cooperazione.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 5