Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

L'ANNUNCIO

Digital skills, il maxi piano di CA Tecnologies per l’Europa: “Pronti a formare 50mila under 18”

Questo l’obiettivo al 2020. Si punta sulle competenze Stem. Nel 2017 già coinvolti oltre 10.000 studenti e più di 600 insegnanti. Comastri: “Bisogna fare fronte al deficit cronico di competenze e allo squilibrio di genere”

25 Gen 2018

A. S.

Formare 50mila giovani europei sotto ai 18 anni e dare loro le motivazioni giuste per indirizzare la propria carriera di studi sulle competenze Stem (Science, Technology, Engineering and Maths). E’ il programma per superare il gap di competenze digitali che si registra tra i giovani fissato nel report di Corporate social responsibility di CA Technologies, “Inspiring the innovators of tomorrow”, che la società persegue grazie al programma “Create tomorrow”.

Secondo il documento, per realizzare un cambiamento sostanziale è necessario agire in modo coordinato e promuovere la collaborazione fra una pluralità di soggetti che operano nei settori dell’istruzione, della pubblica amministrazione e dell’industria.
Tra le attività messe in cantiere da CA techonologies per centrare l’obiettivo, che comprende anche necessità di incentivare una maggiore presenza femminile Stem superando gli stereotipi di genere, ci sono Tirocini degli insegnanti in ambito Stem, formazione contro gli stereotipi e i pregiudizi inconsci, e il coinvolgimento di aziende del settore in nuove iniziative.

“La tecnologia sta trasformando ogni aspetto della nostra vita e le organizzazioni affrontano la trasformazione digitale per sostenere la propria presenza e competitività – afferma Marco Comastri, general manager Emea di CA Technologies – Per realizzare fino in fondo il proprio potenziale digitale, l’Europa deve dar vita a una collaborazione mirata fra i principali stakeholder – le istituzioni scolastiche, le imprese e gli enti pubblici – in modo da ovviare al deficit cronico di competenze Stem e, in particolare, allo squilibrio di genere”.

Il 2017, si legge in una nota della società, ha segnato una tappa importante per CA Technologies, che è entrata in contatto con oltre 10.000 studenti sotto i 18 anni e oltre 600 insegnanti in Europa. Proprio nel 2017 la società è diventata uno dei membri fondatori della Stem Alliance, guidata dalla European Schoolnet e da Csr Europe.

“Il cambiamento non aspetta nessuno: i leader aziendali, i docenti e i governi devono lavorare assieme per far fronte alla carenza di professionalità e agli squilibri di genere, affinché la forza lavoro di domani possieda le competenze necessarie per le professioni del futuro – afferma Sarah Atkinson, vice president communications ed executive sponsor for gender diversity Emea di CA Technologies – Possiamo avere tutti un ruolo attivo in questo processo. Grazie a Create Tomorrow e ai nostri programmi Stem, vogliamo svolgerlo pienamente raggiungendo l’obiettivo di entrare in contatto con 50.000 giovani entro il 2020”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 5