Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

IL REPORT

E-sports, Cina campione mondiale: 7,3 miliardi di dollari in soli sei mesi

Funziona la politica di incentivi statali che sta portando il Paese a sviluppare una vera industry. Ma servono sistemi più forti per la gestione della concorrenza

19 Nov 2019

L. O.

Corre il mercato degli e-sport in Cina. Nel primo semestre 2019 il settore ha incassato 7,3 miliardi di dollari mentre tocca quota 440mila il numero di utenti attivi rendendo il Paese asiatico il più forte della nuova industria. Emerge dal report pubblicato dal quotidiano cinese Economic Daily secondo cui il Paese asiatico è destinato ad aumentare il proprio share sul mercato internazionale grazie anche alle politiche di sostegno adottate dal governo.

Secondo il rapporto sono oltre 5mila le squadre attive negli e-sport. Il boom sta gettando le fondamenta di una filiera industriale completa – dalla concessione di licenze di gioco, alla produzione fino alla diffusione dei contenuti – e guida il pieno sviluppo del settore che coinvolge diversi comparti correlati come l’organizzazione di gare e concorsi, la formazione in ambito educativo e la ricerca e lo sviluppo di attrezzature proprietarie.

E-sport, le strategie di Shangai e Hainan

Sulla base del successo gli enti locali di riferimento hanno adottato una serie di politiche per sostenerne lo sviluppo. Shanghai ha offerto sostegno a livello fiscale, di sede e nella formazione di nuovi talenti per rendere questo centro economico nevralgico della Cina una “capitale degli sport elettronici”. Mentre la provincia insulare meridionale di Hainan ha istituito un fondo da 1 miliardo di yuan per costituire uno scalo internazionale dedicato agli e-sport.

Non basta. La Cina ha inserito gli sport digitali nei corsi universitari e ha aggiunto gli specialisti degli e-sport al proprio “annuario” delle professioni.

Tuttavia, secondo il rapporto che cita diversi addetti ai lavori del settore, rispetto ai Paesi europei e americani, l’industria cinese degli sport elettronici vive ancora le sue fasi iniziali e deve affrontare varie sfide. Ulteriori sforzi dovrebbero essere compiuti per accelerare la gestione e il sostegno al settore, in particolare per quanto riguarda l’organizzazione, i sistemi e le regole della concorrenza.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Approfondimenti

C
cina
E
e-sports
S
sport elettronici

Articolo 1 di 5