Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

STRATEGIE

Più forza alla gestione dei pacchi, così Nexive cavalca l’e-commerce

L’operatore postale privato estende la propria rete sul territorio nazionale. Obiettivo la movimentazione di 10 milioni di colli entro il 2019

16 Lug 2019

L. O.

Più forza alla gestione dei pacchi per Nexive. Già da questo mese di luglio in 7 dei 20 punti Nexive dedicati ai soli servizi mail, sarà possibile spedire e ritirare pacchi di piccole e grandi dimensioni. Sarà esteso anche l’orario di consegna – fino alle 19,30 durante la settimana e con possibilità di consegne anche il sabato dalle 9 alle 13.

Si tratta di un nuovo modello organizzativo che risponde alle esigenze di un mercato, quello postale e parcel, che sta evolvendo rapidamente, grazie alla crescita costante dell’e-commerce.

“Il mercato postale sta evolvendo. Se da un lato assistiamo a una contrazione del segmento mail grazie alla trasformazione digitale dall’altro vediamo crescere in modo esponenziale l’e-commerce – dice Luciano Traja, Ad di Nexive -. Una nostra ricerca ha rivelato che il 39% degli Italiani acquista online almeno una volta a settimana e questo dato non può che crescere in futuro. È fondamentale quindi rispondere a questi nuovi bisogni rinforzando la nostra rete sul territorio”.

Secondo gli ultimi dati Netcomm il commercio online ha registrato nel  2018 un incremento del 15%. Le modalità con cui gli italiani fanno acquisti stanno cambiando: prodotti e servizi di brand di tutto il mondo possono essere acquistati in ogni momento della giornata, nel weekend e, grazie a smartphone e tablet, anche in mobilità. Questi cambiamenti nelle abitudini di acquisto dei consumatori implicano un ruolo sempre più strategico della logistica che si traduce quindi nella necessità di recapitare e ritirare pacchi in fasce orarie più ampie con standard di qualità erogata e percepita sempre maggiori.

Si parte dal Nord Italia: Torino, Genova, Bologna, Padova, Verona, Mestre e Trento le prime città a introdurre i nuovi servizi da qui alla fine dell’estate, con l’obiettivo di potenziare la rete già esistente e raggiungere quota 10 milioni di pacchi movimentati nel 2019 su tutto il territorio nazionale. La nuova organizzazione delle filiali prevede inoltre corsi di formazione per preparare il personale e il rinnovo delle flotte aziendali con l’introduzione di nuovi furgoni preposti alla consegna di pacchi di grandi dimensioni fino a 20kg.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Personaggi

L
Luciano Traja

Aziende

N
nexive

Approfondimenti

C
consegne postali
P
pacchi
S
strategie

Articolo 1 di 5