BORSA

Euronext, record di capitalizzazione: 6.900 miliardi, oltre 700 tech company

Nel 2021 la principale infrastruttura di mercato paneuropea, di cui fa parte anche Borsa Italiana, ha registrato livelli di attività che ne rafforzano la posizione a livello internazionale. Fine anno con la quotazione di Finanza.tech al Growth Milan (ex Aim Italia): il titolo a +50%

30 Dic 2021

Domenico Aliperto

borsa-150812171348

Euronext, la principale infrastruttura di mercato paneuropea di cui fa parte da quest’anno anche Borsa Italiana, ha registrato livelli di attività record sui suoi mercati primari nel corso del 2021. La società conferma così la posizione di rilievo a livello europeo per le quotazioni azionarie e sul piano globale mondiale per le quotazioni obbligazionarie.

La configurazione del circuito nel 2021

Tra Amsterdam, Bruxelles, Dublino, Lisbona, Oslo, Milano e Parigi, il circuito Euronext ospita infatti 1.959 emittenti equity, per una capitalizzazione complessiva di 6.900 miliardi. Numeri che la rendono, sottolinea una nota, il maggior operatore di mercato nella regione europea in termini di capitalizzazione di mercato. Il 25% delle azioni quotate in Europa sono scambiate su mercati Euronext. Nel dettaglio, nel corso del 2021 ci sono state 212 nuove quotazioni, record storico, che hanno raccolto 26 miliardi con una capitalizzazione aggregata di 123 miliardi.

dIGITAL TALK
Droni, AI, Machine Leraning: l'esperienza di Terna sulla transizione energetica

Sui mercati Euronext sono quotate 442 large cap, con 18 nuovi ingressi nel corso del 2021, tra cui bue chip internazionali come Allfunds (Spagna), Ctp (Repubblica Ceca), InPost (Polonia), Majorel (Lussemburgo) e Universal Music Group (Usa). Le società tech sono oltre 700, con 109 nuovi arrivi nel 2021 di cui 43 nel settore cleantech.

Euronext è inoltre leader europeo per le Spac, con 22 nuove quotazioni nel 2021, pari al 49% dell’attività sull’intero mercato primario europeo. Le Pmi quotate sono inoltre 1.500, con 194 Ipo nel corso dell’anno. Per quanto riguarda il mercato del debito, l’attività del 2021 ha rafforzato la posizione di leader mondiale, con oltre 14.600 nuove quotazioni di bond (+35% rispetto al 2020). Complessivamente nel 2021 sono quotati oltre 52 mila bond, cifra che supera i 48 mila del 2020. Euronext segnala infine la crescita dei servizi di Euronext Corporate, la suite di soluzioni aziendali e digitali che ha registrato 700 nuovi clienti nel corso del 2021 per un totale di oltre 4 mila divisi in 25 Paesi.

La posizione di leadership di Euronext nelle obbligazioni Esg si è rafforzata con più di 420 miliardi di euro emessi e una crescita impressionante derivante da oltre 400 nuove obbligazioni Esg nel 2021, rispetto alle oltre 200 del 2020. “Nel 2021, Euronext ha confermato la sua posizione di infrastruttura di mercato leader in Europa, grazie all’ingresso di Borsa Italiana nel Gruppo nell’aprile 2021 e beneficiando delle condizioni post-Brexit. Il numero record di quotazioni ha dimostrato l’impegno di Euronext nella sua missione di sostenere i clienti nel finanziamento dei loro progetti strategici di investimento e sviluppo attraverso i suoi mercati trasparenti ed efficienti in tutta Europa”, sottolinea Stèphane Boujnah, Ceo e presidente del consiglio di amministrazione della società.

Il debutto sprint di Finanza.tech

In questo scenario, si registra il debutto sprint per Finanza.tech, società benefit specializzata nelle soluzioni fintech per le Pmi, sul mercato Euronext Growth Milan (ex Aim Italia) di Piazza Affari, dedicato alle piccole e medie imprese. Il titolo ha guadagnato il 50% a 1,8 euro, raggiungendo a fine giornata una capitalizzazione di circa 23,24 milioni di euro. “La quotazione in Borsa”, commenta il fondatore e amministratore delegato Nicola Occhinegro, “per Finanza.tech è solo l’inizio di un percorso di crescita, che intendiamo accelerare assieme al mercato”. L’azienda ha infatti un programma di investimenti per “potenziare la piattaforma basata sull’intelligenza artificiale, coltivare ed attrarre i talenti ed aumentare gli sforzi in comunicazione”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 5