STRATEGIE

Exprivia entra in Urbanforce e apre la strada alla sanità digitale

Con l’ingresso del gruppo Ict, il consorzio italiano per la PA digitale espande il proprio raggio d’azione all’healthcare. In campo sistemi di gestione via smartphone per assistenza domiciliare, telemonitoraggio e sviluppo di nuovi servizi di cura primaria

07 Apr 2022

L. O.

health-sanita-salute

Non solo soluzioni digitali per la Pubblica amministrazione, ma ora anche per Healthcare e Lifescience. E’ questo l’obiettivo di Urbanforce, il consorzio made in Italy che apre le porte all’ingresso di Exprivia: il gruppo Ict si aggiunge in questo modo a Adiacent, Balance e Var Group estendendo le competenze dell’associazione di imprese a soluzioni digitali per la sanità italiana.

Cosa prevede il passaggio

Exprivia metterà a disposizione la propria tecnologia che punta a conciliare l’ottimizzazione della spesa con la qualità dei servizi attraverso una molteplicità di canali di comunicazione che avvicinano il cittadino all’ente pubblico: dalla gestione dell’assistenza domiciliare integrata attraverso smartphone, tablet e dispositivi avanzati di telemonitoraggio, fino a soluzioni gestionali che vanno dall’ambito radiodiagnostico alla cura di malattie neurodegenerative, contribuendo allo sviluppo di una sanità digitalizzata. Obiettivo lo snellimento della burocrazia e la semplificazione delle procedure per cittadini e personale sanitario.

INFOGRAFICA
Migliorare i tempi di ATTESA in SANITÀ, oggi si può! I DATA ANALYTICS come soluzione
Big Data
Dematerializzazione

Le competenze di Urbanforce

Passando dalla prenotazione di una visita medica alla consultazione di un referto, Urbanforce, si legge in una nota, “possiede oggi tutte le competenze e gli strumenti per digitalizzare e semplificare i processi che caratterizzano il percorso del paziente”.

Le competenze riunite in Urbanforce sono esaltate da Salesforce, la piattaforma per la gestione delle relazioni con i cittadini che consente alle PA di avere una visione globale delle loro interazioni. Un “approccio olistico”, si legge ancora nella nota, che “aiuta i dipendenti della PA ad attivare servizi al cittadino sempre più utili ed efficaci”.

Trasformazione digitale al servizio dei cittadini

“Oggi il paziente che si approccia alla struttura sanitaria – dice Paola Castellacci, presidente Urbanforce e Ceo di Adiacent – esige risposte chiare, esaustive e veloci e soltanto con gli strumenti digitali più evoluti è possibile farlo. Grazie all’ingresso di Exprivia e alla partnership con Salesforce, Urbanforce accresce le proprie competenze e diventa un vero e proprio punto di riferimento per le strutture sanitarie che vogliono digitalizzare i propri servizi e processi”.

“Exprivia da sempre guarda alle nuove opportunità offerte dall’innovazione tecnologica e la trasformazione digitale, non solo dei propri clienti ma dell’intero sistema Paese – sottolinea Arturo Possidente, Sales Manager Public Sector & Healthcare Exprivia e nuovo membro del Cda di Urbanforce – . La congiunzione tra strutture sanitarie e territorio, il potenziamento dell’assistenza domiciliare e lo sviluppo di nuovi servizi di cura primaria, è nello specifico uno degli obiettivi perseguiti. Entrare a far parte di Urbanforce e collaborare con Var Group e Balance significa migliorare lo sviluppo digitale del servizio pubblico, e dei servizi sanitari in particolare, per rispondere alle reali esigenze del cittadino”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 4