Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

SOCIAL MEDIA

Facebook lancia il tasto ‘Safety check’

La nuova funzionalità Safety Check consentirà di comunicare con amici e familiari in caso di eventi disastrosi semplicemente cliccando su “I’m safe”

16 Ott 2014

Lorenzo Forlani

Facebook attiverà una funzione che renderà più semplice per chi è coinvolto in un disastro naturale far sapere agli amici e alla famiglia che sta bene. Lo ha annunciato la compagnia, aggiungendo che la funzione ‘ Safety Check’ sarà disponibile in tutto il mondo e deriva dalle esperienze già fatte con gruppi appositi durante eventi catastrofici come lo tsunami giapponese del 2011. “E’ in questi momenti che la comunicazione è più importante, sia per le persone che si trovano in aree di crisi che per i loro amici e parenti in attesa di loro notizie”. “E’ in questi momenti che la comunicazione è più importante, sia per le persone che si trovano in aree di crisi che per i loro amici e parenti in attesa di loro notizie”.

Lo strumento manda una notifica ai dispositivi che si trovano in un’ area affetta da un disastro. Se l’ utilizzatore risponde cliccando il tasto ‘ I’ m safe’ (Sto bene) una notifica appare sulla sua bacheca e viene inviata a tutti gli amici. Il programma funzionerà su tutte le piattaforme, dai computer fissi ai dispositivi mobili, e anche sui ‘feature phones’, i telefonini low cost con solo le funzioni di base di uno smartphone che sono i più usati nei paesi in via di sviluppo. ”I nostri ingegneri in Giappone hanno mosso i primi passi creando un prodotto che rende più semplice riconnettersi ai familiari dopo un disastro – spiega Naomi Gleit, vice president of product management di Facebook -. Il ‘Disaster Message Board’ che avevano costruito ha reso più facili le comunicazioni”.

Argomenti trattati

Approfondimenti

F
facebook
S
safety check
S
social media

Articolo 1 di 5