IL DEAL

Google-Fitbit, l’Antitrust Ue concede più tempo

Slitta all’8 gennaio la deadline dell’indagine avviata dalla Commissione europea sull’acquisizione da 2,1 miliardi di dollari. Ancora polemiche sui rischi privacy

16 Ott 2020

L. O.

Slitta all’8 gennaio – dal 23 dicembre – la deadline dell’indagine Antitrust europeo sull’acquisizione di Fitbit da parte di Google, operazione da 2,1 miliardi di dollari. Proroghe di questo tipo, secondo gli osservatori, vengono generalmente concesse quando le aziende richiedono più tempo per articolare la propria offerta in base alle richieste del regolatore.

Il mese scorso Google si è offerta di limitare l’uso dei dati Fitbit per gli annunci Google, semplificare la connessione alla piattaforma Android per i produttori rivali di dispositivi indossabili e consentire a terzi di continuare ad avere accesso ai dati degli utenti Fitbit con il loro consenso.

WEBINAR - 3 NOVEMBRE
CISO as a Service: perché la tua azienda ha bisogno di un esperto di Cyber Security?
Sicurezza
Cybersecurity

Le concessioni, volte ad affrontare i nodi di concorrenza dell’Ue, aiuteranno probabilmente il motore di ricerca Internet più popolare al mondo a garantire il via libera dell’Ue, stando ai commenti raccolti da Reuters.

Ancora polemiche sui nodi privacy

Ma non si placano le polemiche. Un gruppo di 19 organismi tra cui associazioni dei consumatori e difensori della privacy in Europa, Stati Uniti e Brasile rimangono sulle proprie posizioni fortemente critiche. Un “no” ribadito in una lettera congiunta per chiedere alle Ue più picchetti.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Aziende

F
fitbit
G
google

Approfondimenti

C
concorrenza
G
google-fitbit
P
privacy

Articolo 1 di 5