Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

L'ANALISI

Guida autonoma, Marciani: “Andiamo verso l’Internet of logistics”

Il presidente del Freight leaders council: “L’interconnessione dei veicoli consentirà di trasmettere informazioni in tempo reale per la pianificazione dinamica delle attività della supply chain. Ma per sfruttarle al meglio servirà un sistema telematico adeguato”

01 Feb 2019

A. S.

“Nella logistica la guida autonoma dovrà necessariamente portare alla condivisione dei dati relativi alla merce e alle infrastrutture, un Internet of Logistics per cogliere tutti i vantaggi del veicolo del futuro”. Lo afferma Massimo Marciani, presidente del Freight Leaders Council intervenendo al convegno “L’evoluzione a breve e medio termine del veicolo per il trasporto merci” che si è svolto a Milano durante la manifestazione “Shipping, Fowarding&Logistics meet Industry”.

“Il salto tecnologico verso il digitale, attraverso la condivisione automatica delle informazioni relative al servizio di trasporto multimodale porterà nel lungo termine diversi benefici – prosegue Marciani – L’interconnessione dei veicoli consentirà di trasmettere informazioni in tempo reale per la pianificazione dinamica delle attività della supply chain. La capacità dei veicoli autonomi di dialogare con altri mezzi e, potenzialmente, con le infrastrutture, consentirà di gestire senza l’intervento di operatori la movimentazione all’interno dei depositi o dei piazzali. Ma se gli operatori non saranno in grado di mettere in piedi un sistema telematico adeguato, il dialogo non ci sarà e potremmo correre il rischio di sprecare un’occasione”.

“Un altro aspetto da considerare – continua Marciani – è che la guida autonoma sarà una tecnologia rivoluzionaria per la mobilità in generale così come lo smartphone è stato nell’ultimo decennio nel campo delle telecomunicazioni. Si prospettano importanti benefici in termini di sicurezza stradale e di ottimizzazione del flusso e della velocità del traffico. Ubs, importante banca di investimento, ha previsto che il veicolo autonomo, l’elettrificazione e la concorrenza ridurranno i costi e renderanno la proprietà di un’automobile quasi due volte più costosa rispetto a un servizio di guida autonoma su richiesta così da rendere maturo e stabile il passaggio dal possesso del mezzo all’acquisto del servizio”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 4