Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

L'ANNUNCIO

Hillary Clinton: “Lotta al terrorismo passa anche da social media”

Il segretario di Stato uscente: “Per combattere i gruppi jihadisti abbiamo creato una cellula operativa ad hoc all’interno del Dipartimento”. Facebook e Twitter le “armi” utilizzate

24 Gen 2013

F.Me.

Gli Stati Uniti useranno anche Internet e i social media nella loro lotta contro al Qaida e altri gruppi estremisti islamici. “I social media sono un grande strumento”, ha detto il Segretario di Stato americano uscente, Hillary Clinton, durante la sua audizione di ieri al Congresso.

Il dipartimento di Stato ha “avviato due strutture per contrastare l’estremismo” su internet e userà strumenti come Twitter per combattere online l’anti-americanismo. “Una cellula operativa dentro il Dipartimento di Stato ha cominciato a cercare di rispondere ad al Qaida e ad altre gruppi jihadisti”, ha precisato Clinton. Per esempio, ha aggiunto, se gli estremisti islamici “diffondono un video che dice quanto siano orribili gli americani, noi mettiamo in rete un video che racconta quanto siano orribili loro”.

Gli Stati Uniti puntano così a fare concorrenza ai gruppi jihadisti “attraversi i canali media con cui comunicano con le persone”. Clinton ha quindi ricordato la “lotta contro il comunismo internazionale e l’Unione sovietica durante la guerra fredda”, quando “comunicavamo con i media con chi aspirava alla libertà dietro la cortina di ferro”.

“La sfida è simile, anche se il mondo è diverso”, ha concluso Clinton, che nei suoi quattro anni al Dipartimento di Stato ha sempre indicato internet come grande strumento di libertà.

Argomenti trattati

Approfondimenti

F
facebook
H
hillary clinton
T
twitter