Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

STRATEGIE

Ibarra: “Iliad non ci preoccupa, siamo abituati a competere”

L’Ad di Wind Tre sullo sbarco del gruppo francese in Italia: “Non sottovalutiamo o sopravvalutiamo, dobbiamo essere molto bravi nel perseguire la nostra strategia commerciale”

10 Mar 2017

“Siamo già i numeri uno in Italia con 31 milioni di clienti il nostro obiettivo è quello di mantenere i nostri clienti”. Lo ha dichiarato Maxino Ibarra, numero uno di Wind Tre, a margine del convegno di Cdo Sharing svoltosi stamani a Milano. “Abbiamo due marchi commerciali forti, lì confermeremo sul mercato con posizionamenti diversi e clientela diversa. Nel mercato Business, invece, il marchio commerciale sarà unico in maniera tale da dare servizi integrati – ha precisato – Sul fronte della telefonia fissaprocediamo molto bene con Enel Open Fiber. Stiamo coprendo 13 città italiane in modo spedito. Portiamo fibra alle case, Fiber to the home e non to the cabinet”.

E ha sottolineato che “si sta lavorando anche per estendere la partnership su altre città”. A proposito dell’annunciato sbarco in Italia dell’oepratore francese Iliad, Ibarra ha ricordato che “siamo abituati a competere e quindi non siamo preoccupati per il fatto che ci sarà un nuovo player. Questo non significa, però, sottovalutare o sopravvalutare, ma semplicemente essere molto bravi nel perseguire la nostra strategia commerciale”.

Argomenti trattati

Approfondimenti

I
iliad
M
maximo ibarra
O
open fiber
W
wind tre