Il colosso americano Unisys sceglie Almawave per l’help desk virtuale multilingue - CorCom

MADE IN ITALY

Il colosso americano Unisys sceglie Almawave per l’help desk virtuale multilingue

In campo le tecnologie del linguaggio Audioma sviluppate da PerVoice. Nella suite servizi di trascrizione, sottotitolazione, traduzione automatica e sistemi di comando e controllo

25 Mar 2021

Enzo Lima

Roma, 02/07/2020 Nella foto Valeria Sandei CEO Almawave

Il colosso dell’IT americano Unisys ha scelto Almawave per la messa in opera di un help desk virtuale in 10 lingue. In campo le tecnologie Audioma del Gruppo italiano – già utilizzate dal 2019 – per ampliare i servizi della piattaforma InteliServe che consente di interrogare un assistente virtuale, con il semplice uso della voce, per risolvere problematiche più comuni.

Sviluppata da PerVoice – società che fa capo ad Almawave – Audioma è una suite di prodotti integrati per la comprensione del parlato in oltre 30 lingue che rende disponibili servizi di trascrizione, sottotitolazione, traduzione automatica e sistemi di comando e controllo. Le funzionalità, applicate all’assistente virtuale della piattaforma di Unisys, garantiscono la comprensione del parlato in inglese, cinese mandarino e giapponese passando per portoghese, italiano, tedesco e spagnolo oltre che, dal mese di aprile, in francese.

“Siamo orgogliosi e soddisfatti di poter supportare, tramite nostre tecnologie Made in Italy, una realtà globale come Unisys – sottolinea Valeria Sandei, Amministratore Delegato di Almawave e Presidente di PerVoice -. L’Intelligenza Artificiale dimostra ancora una volta di poter contribuire al miglioramento delle attività quotidiane, di tutte le persone e in tutti i campi, svolgendo una funzione chiave nell’ottimizzazione di processi e servizi.  Audioma, che è si è rivelato uno strumento fondamentale per moltissime aziende anche a fronte dei recenti cambiamenti delle modalità di lavoro dovuti all’emergenza pandemica, ne è un esempio concreto.  Ringrazio tutto il team che ha permesso di far crescere la nostra proficua collaborazione con Unisys”.

Franco Martino, Responsabile Client Management e Solutions di Almawave e Responsabile del Business Internazionale di PerVoice evidenzia che “con Unisys abbiamo ideato modelli acustici basati sulle specifiche esigenze aziendali, una soluzione creata su misura per garantire al settore un più efficiente ed accurato riconoscimento vocale automatico. Abbiamo anche sviluppato i modelli linguistici e la grammatica, per fornire la comprensione dell’intenzione dell’utente e la corrispondenza del codice alla piattaforma di Unisys”.

Grazie alla collaborazione è stato possibile  espandere il numero di lingue e dialetti: “Per molti dei nostri clienti, contattare il service desk è ancora il metodo privilegiato – commenta Leon Gilbert, SVP & General Manager Digital Workplace Services di Unisys -. Far rispondere il nostro assistente virtuale ad ogni chiamata è la chiave di volta della nostra strategia di automazione. In questo modo, possiamo gestire le richieste più varie, offrendo un’esperienza eccellente all’utente finale. La tecnologia sviluppata da Almawave e PerVoice offre un’accurata trascrizione speech-to-text e garantisce al nostro assistente virtuale la miglior comprensione delle richieste affinché possa poi fornire la corretta risoluzione”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Personaggi

V
valeria sandei

Aziende

A
almawave
U
unisys

Approfondimenti

H
help desk virtuale

Articolo 1 di 5