Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

MERCATI

Il digitale spinge il luxury. I social network la leva del new business

E’ quanto emerge da uno studio a firma Ipsos-Facebook. E sono proprio le piattaforme della “famiglia” Zuckerberg a spopolare fra aziende e consumatori. Instagram in pole position per scovare nuovi trend

09 Dic 2019

L. O.

Il digitale spinge il luxury. Emerge da un report Facebook-Ipsos secondo cui l’80% delle vendite di beni di lusso a livello globale è influenzato dall’online. Non solo: in Europa, il 50% dei consumatori “trova ispirazione” grazie ai prodotti Facebook e in Italia, i processi di acquisto vedono l’utilizzo di un’app Facebook nel 53% dei casi.

Cambia il modo in cui i consumatori scoprono, cercano e decidono di comprare capi di alta gamma, accessori e gioielli. Il settore è “fortemente influenzato dalle interazioni online”, fa sapere il social. I luxury shopper sono, infatti, estremamente attivi sulle app della famiglia Facebook, come Facebook, Instagram, Messenger e WhatsApp: più di 3 acquirenti di beni di lusso su 4 in tutto il mondo utilizzano ogni giorno queste piattaforme nel processo di acquisto.

Chi compra prodotti di lusso è sempre più connesso e dispone di oltre 3 device.

A livello globale, il 92% degli appassionati del lusso utilizza la famiglia delle app di Facebook, una percentuale che cresce ulteriormente in Italia, attestandosi al 99%, e confermando il nostro Paese come uno dei mercati con il tasso più elevato di utilizzo dei prodotti Facebook (superato solo da Hong Kong).

I clienti hi-spender (38%) sono più propensi a fare acquisti online rispetto al resto dei consumatori di beni di lusso (24%). Sebbene lo shopping online sia, quindi, ancora marginale e l’80% dei prodotti di lusso venga acquistato nelle boutique e nei punti vendita fisici, i touchpoint digitali sono fondamentali per influenzare le scelte d’acquisto, che nell’80% dei casi vengono guidate dalle interazioni online. Il digitale diventa, inoltre, un prezioso alleato anche nella fase decisionale: in Europa il 77% di chi acquista capi di moda di lusso consulta, infatti, lo smartphone mentre si trova in negozio.

Facebook e Instagram sono le piattaforme dove le persone scoprono nuovi prodotti, traggono ispirazione e fanno ricerche e sono quindi risorse cruciali per prendere una decisione di acquisto: più di 1 persona su 3 ha cercato o scoperto un prodotto attraverso le app di Facebook, 1 persona su 2 nel caso della Next Generation e degli alto-spendenti, mentre il 60% ha letto recensioni e raccomandazioni su Facebook o Instagram per prendere decisioni migliori. Le recensioni di altri acquirenti sono ritenute utili nella fase che precede l’acquisto.

Anche dopo l’acquisto, la condivisione sui social è parte fondamentale dello shopping di lusso, in quanto il 47% dei clienti della Next Generation e della fascia alto-spendente condivide foto del proprio acquisto con la Community o ne discute su Facebook o Instagram.

Instagram si conferma piattaforma preferita per scoprire le ultime tendenze, entrare in contatto con influencer, celebrità e aziende e trovare contenuti divertenti con messaggi e storie creative. Chi acquista prodotti di alta gamma desidera vedere su Instagram nuovi trend (45%), lanci di nuovi stili, prodotti o servizi (41%), indicazioni dagli influencer (39%) e testimonianze di personaggi famosi (38%).

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Aziende

F
facebook

Approfondimenti

M
mercato luxury
S
social

Articolo 1 di 4