Il Premio Marzotto non si ferma: via al bando da 5 milioni - CorCom

IL CONTEST

Il Premio Marzotto non si ferma: via al bando da 5 milioni

Lanciata la piattaforma “2031” che punta a individuare nuovi modelli di sviluppo per ambiente, società e cultura. Oltre 100 le partnership in campo. Call aperta fino al 27 maggio

27 Mar 2020

L. O.

Dall’emergenza sanitaria all’ambiente, fino al sociale. E’ una “chiamata d’emergenza” quella che lancia il Premio Gaetano Marzotto che apre domani il bando da 5 milioni di euro per startup, aziende e Pmi e che quest’anno lancia 2031, prima piattaforma “di frontiera” che punta all’innovazione sui grandi temi dell’investimento responsabile sul fronte ambiente, società e cultura. Il bando si chiude il 27 maggio mentre a giugno ci sarà la premiazione delle startup selezionate da Network Incubatori e Parchi Scientifici e Tecnologici. La finale è prevista per il 19 novembre, a Roma.

Oltre 100 i partner in campo: 25 grandi aziende italiane e internazionali, 28 incubatori e acceleratori. Ancora, arriva il sostegno di istituzioni, banche, associazioni di categoria, investitori.

Gettare le fondamenta per il futuro

“È in atto un’emergenza globale, ma non possiamo permettere che contagi anche il futuro e la speranza –
 dice Cristiano Seganfreddo, founder e direttore di Premio Gaetano Marzotto e di 2031 – Non ci possiamo fermare. Sarà un’edizione straordinaria una chiamata d’emergenza”.

“L’esperienza di una grande battaglia contro un nemico comune – dice Margherita Marzotto, presidente di Progetto Marzotto – deve creare le fondamenta per una nuova saggezza, che sappia indirizzare le scelte economiche e l’uso delle tecnologie e dare assoluta priorità ad uno sviluppo radicalmente sostenibile”.

Chi può partecipare al Premio Marzotto

Il Premio Gaetano Marzotto è una competizione aperta a persone fisiche, team di progetto, startup e imprese già costituite, che abbiano una nuova idea imprenditoriale, in grado di generare una ricaduta economica e un impatto sociale positivo principalmente sul territorio italiano, con sede e base di sviluppo in Italia, ma capacità di crescita internazionale.

Le idee proposte, si legge nella nota, “devono essere originali, innovative e attuabili, finanziariamente sostenibili e in grado di generare ritorni economici. La partecipazione è gratuita, con application in lingua inglese”.

QUIZ
Partecipa al Quiz per scoprire quanto sei produttivo nel tuo smart working
Digital Transformation
Smart working

Per partecipare, si deve compilare il form online dalla sezione Partecipa del sito www.premiogaetanomarzotto.it, in accordo con i termini previsti.

Nel dettaglio, al Premio Gaetano Marzotto per l’impresa (300.000 euro) e Premio Gaetano Marzotto (50.000 euro), si affiancano una serie di premi speciali (visibili nel bando al sito del premio) per ulteriori 5 milioni di valore.

In palio, attraverso la partecipazione ai due bandi, 28 Premi – percorsi di affiancamento offerti dalla rete di incubatori e parchi scientifici e tecnologici affiliati e diversi Premi Speciali promossi dalle corporate partner con Italia Startup.

Il Premio Gaetano Marzotto, si legge nella nota, “cerca nuovi imprenditori e costruttori di futuro che siano in grado di far convivere innovazione, impresa e società. Il Premio sostiene la piattaforma dell’innovazione per favorire la nascita di nuova impresa. Un percorso sempre più dedicato all’open innovation e all’internazionalizzazione con uno spirito di condivisione tra grandi aziende e giovani imprese innovative”.

Il Premio Gaetano Marzotto, voluto da Giannino Marzotto, fa parte delle attività promosse da Associazione Progetto Marzotto che lo stesso Giannino ha fondato nel 2010, assieme alle figlie Cristiana, Maria Rosaria Gioia e Margherita, con Ferdinando Businaro, amministratore delegato e Cristiano Seganfreddo, direttore generale.
 Il Premio è ispirato alla figura dell’imprenditore Gaetano Marzotto.

Dal 2011 a oggi, il Premio ha elargito a startup italiane e innovatori oltre 10 milioni di euro tra premi e percorsi di affiancamento, con 594 finalisti, più di 6000 application, 28 tra incubatori, acceleratori e parchi scientifici e tecnologici coinvolti e oltre un centinaio tra giurati e operatori attivi.
 Complessivamente il Premio ha generato decine di milioni di euro di investimenti indiretti.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 3